Accessibilità .004/ Il Link

di Marco Scalvini. Come conviene linkare una pagina all'interno o all'esterno di un sito? Quale tipo di link utilizzare? Come evidenziarlo? Quali strumenti per rendere il link un'opportunità di approfondimento?

Accessibilità .004/ Il LinkRoma - Le pagine sul World Wide Web sono diverse da un libro in un aspetto cruciale: i link ipertestuali attraverso i quali è possibile accedere ad una singola pagina web senza preamboli.

La qualità dell'esperienza dell'utente spesso è funzione di come si viaggia attraverso un sito, progettare la navigazione è molto più che limitarsi ad elencare le sezioni del sito e lasciare che le persone navighino a loro piacere.

L'obiettivo è fornire ai visitatori la possibilità di trovare le informazioni con il numero minore di azioni e nel minor tempo possibile. Ciò significa che bisogna progettare un'efficiente gerarchia delle informazioni che minimizzi il numero di passaggi fra le diverse pagine di menu.
Ricerche sperimentali sulle interfacce hanno dimostrato che i visitatori preferiscono menù che presentano da un minimo di 5 link ad un massimo di sette e che preferiscono poche schermate molto dense di scelte contro molti livelli di schermate e menu semplificati.

Non c'è quindi ragione di riportare in tutte le pagine i link a tutte le sezioni del sito, è invece preferibile avere un basso numero di link standard di elevata utilità come "cerca"; al contrario link come "contattaci" possono essere relegati solamente alla homepage.

Ci sono tre tipi di link ipertestuali che possono essere utilizzati in una pagina:

Embedded link, è il tradizionale testo sottolineato che indica che è possibile approfondire l'argomento presente nel corpo del testo;

Structural link, è il link che punta ad un altro livello della struttura del sito. E ' importante avere la stessa struttura di link in tutte le pagine così da permettere all'utente di conoscere le opzioni della struttura di navigazione del sito;

Associative link, è usato per avvertire l'utente della possibilità di visitare pagine che potrebbero essere simili o correlate a quella corrente.

In tutti e tre i casi è sempre indispensabile rappresentare i link come testo sottolineato, mantenendo il colore standard di blu per i link non visitati e il porpora per i link a pagine già viste. Ognuno impara il significato di questa convenzione sin dal primo giorno che va sul web, ed è evidente, senza alcun dubbio, che la sottolineatura significhi "clicca qui". Proprio per questa ragione è raccomandabile che nessun'altra parte del testo utilizzi la sottolineatura se non è un link.

I problemi di usabilità sono spesso dovuti ai link che vengono rappresentati in qualunque forma tranne quella più facile, la sottolineatura. I menu pull-down e grafici dovrebbero essere utilizzati con molta attenzione poiché difficilmente consentono all'utente di avere un riscontro convenzionale come nel caso dei colori dei link visitati.

Marco Scalvini
TAG: italia