V.92, i modem ancora lo attendono

Che fine ha fatto lo standard che prometteva più velocità e funzionalità agli utenti di modem 56K? Dopo un anno di letargo, forse qualcosa comincia a muoversi

Roma - E' passato quasi un anno e mezzo dall'approvazione, da parte dell'ITU-T, delle specifiche v.92, il nuovo protocollo standard per i modem analogici che promette più prestazioni e funzionalità.

Nonostante fra la fine dello scorso e l'inizio di questo anno alcuni fra i più grossi produttori di modem e di dispositivi di rete, fra cui Conexant, Lucent e U.S. Robotics, abbiano annunciato piani per il supporto della nuova tecnologia, ad oggi sono pochissimi gli ISP nel mondo ad offrire compatibilità con questo nuovo protocollo.

Dopo mesi di profondo letargo, qualcosa sembra però cominciare a muoversi. Compaq, insieme ad altri produttori statunitensi, ha infatti annunciato l'intenzione di integrare, sui prossimi computer, modem aggiornati allo standard v.92.
Notizie di speranza arrivano anche da Agere Systems, il primo produttore ad aver commercializzato modem v.92, il quale ha fatto sapere di aver migliorato la compatibilità dei suoi prodotti con i dispositivi di rete di Cisco, Nortel, CommWorks e Lucent.

La compatibilità è un fattore di primaria importanza per la diffusione del nuovo protocollo: gli ISP vogliono infatti la garanzia che, una volta aggiornate le loro batterie di modem, i propri router e switch possano supportare la nuova tecnologia.

Gli ISP attendono poi che sul mercato nasca un'effettiva richiesta di modem v.92, cosa che fino ad oggi non c'è stata, e per almeno due ragioni: la scarsa conoscenza dello standard da parte dell'utenza di massa (che nella maggior parte dei casi sarà costretta ad acquistare un nuovo modem) e lo scarso interesse mostrato dai produttori di PC.

Il muoversi di un gigante come Compaq può dunque far ben sperare, anche se è ancora presto per dire quando il neo standard inizierà a rimpiazzare l'attuale v.90.

Nonostante le novità introdotte, il v.92 appare come una tecnologia anacronistica in un momento in cui non si fa che parlare delle promesse portate dalla banda larga: DSL, satellite, cavo, linee elettriche.

Purtroppo, come ben sanno gli italiani, la larga banda è ancora un miraggio per molti: nel nostro paese, ma un po' in tutta Europa, l'unica vera tecnologia a portata di mano è ADSL, ma la sua copertura è ancora a macchia di leopardo e i suoi prezzi fuori della portata di chi si connette ad Internet solo poche ore a settimana.

La verità è che oggi il mezzo di connessione ad Internet più diffuso rimane il modem analogico tradizionale e ci vorrà probabilmente ancora qualche anno perché ADSL possa ribaltare questo dato. E dunque, in attesa che la larga banda si diffonda quasi ovunque, i prezzi calino ed i servizi maturino, il v.92 avrà ancora una grossa chance di diffondersi sul mercato di massa.
TAG: hw
11 Commenti alla Notizia V.92, i modem ancora lo attendono
Ordina
  • se non saremo costretti ad acquistare un nuovo modem; la funzione di standby per la connessione ti permette di non perdere più le telefonate in entrata, di conseguenza è un gran vantaggio per chi non possiede una seconda linea, l'ISDN, l'ADSL e magari ha un abbonamento flat. Spero solo che gli ISP si affrettino a supportarlo.
    non+autenticato
  • IMHO
    con il BOOM della telefonia mobile ......
    se le compagnie telefoniche non troveranno un valido motivo per mantenere la telefonia fissa
    si ritroveranno con montagne di doppini inutilizzati , di conseguenza aumenteranno spaventosamene i costi di gestione e il sistema
    imploderebbe ..........

    un motivo valido per mantenerela telefonia fissa potrebbe essere ADSL .....
    ..ossia la larga banda dei poveri

    il V.92 è morto prima di nascere
    non+autenticato
  • non so quanto possa essere influente un aumento di 1 o 2 k/s se devi scaricare un file da 60 mega...
    non+autenticato
  • fattelo un pò il calcolo vedi ke esce fuori... prima di parlare... o non sei capace a calcolarlo?

    e poi non riguarda tanto la velocità, ma la possibilità di avere cmq il tel sempre libero e il modem in hold-on... pare poco? senza pagare nessun supplemento e i costi eccessivi come l adsl e compagnia...

    meditate un pò...
    non+autenticato
  • Carine le novita che offre V.92 ma vale la pena comprare oggi un nuovo modem analogico? Quando magari il mio provider sara' in grado di offrirmi connettivita adsl prima di quella V.92?
    Secondo me non decollera' mai.. mah.. chi vivra' vedra'..
    non+autenticato
  • Bhè...un modem analogico te lo porti in giro, ti colleghi da qualsiasi punto d'Italia e con qualche accortezza anche al di là del confine. Con l'ADSL sei vincolato al posto in cui l'hai installato. Perciò a mio avviso il mercato dell'analogico resterà vivo ancora per molti anni e la ricerca di un aggiornamento come il V92 ne è la conferma. Sono invece curioso di veder che fine farà l' ISDN...
    Cordialmente
    Tyler Durden
    non+autenticato
  • > Sono invece curioso di veder che
    > fine farà l' ISDN...

    Personalmente mi connetto in flat con un modem isdn a 64kbps, pago 74.000 al mese iva e canone telecom inclusi.
    Non ho alcuna intenzione né di passare all'adsl, né tantomeno al nuovo standard 56k v92.

    LONG LIFE TO ISDN!!!! Sorride
    P.S.: Mi pare strano che nell'articolo di P.I. non si sia fatto cenno all'isdn. Possibile la reputiate così sfigata??
    non+autenticato



  • > Personalmente mi connetto in flat con un
    > modem isdn a 64kbps, pago 74.000 al mese iva
    > e canone telecom inclusi.

    Il dicorso è sempice: ISDN è vincolata al posto in cui la installi, esattamente come ADSL.
    Adesso se pensi che a 79000 al mese esiste la ADSL di telvia a 640kb/s oppure che Tiscali ne offre una (320Kb) a 60000+iva, si fa presto a fare un paragone sulla convenienza dell'ISDN.
    Considerando inoltre che la tendenza dei prezzi della ADSL è negativa...è facile avere dubbi sulla lunga vita di ISDN
    Coredialmente
    Tyler Durden
    non+autenticato


  • - Scritto da: Tyler Durden
    > Bhè...un modem analogico te lo porti in
    > giro, ti colleghi da qualsiasi punto
    > d'Italia e con qualche accortezza anche al
    > di là del confine. Con l'ADSL sei vincolato

    scusa ma come ti colleghi dall'estero???
    Vabbeh basta metter il prefisso ma ti costa un'esagerazione, hai altri trucchi?
    Devo fare una settimana in austria e mi piacerebbe portarmi dietro il notebook.
    non+autenticato
  • Se paghi un canone annuale per collegarti ad internet puoi richiedere se il tuo provider ha dei contratti di cooperazione con altri provider stranieri o se ha direttamente dei server all'estero.
    Se invece usi abbonamenti gratuiti quali libero,tin,infinito,supereva,ecc...non hai speranze (devi aggiungere -39 e piangere x la bolletta)
    Saluti
    Tyler Durden
    non+autenticato


  • - Scritto da: Skaven
    > Carine le novita che offre V.92 ma vale la
    > pena comprare oggi un nuovo modem analogico?

    Non credo sia necessario per la maggior parte dei modem esistenti. Se sono aggiornabili via flash, basta installare l'aggiornamento. Se poi sono addirittura Winmodem, basta solo aggiornare il driver che contiene anche il firmware per gestire il nuovo protocollo. E' molto probabile che gli aggiornamenti saranno offerti gratuitamente sui siti dei produttori.

    > Quando magari il mio provider sara' in grado
    > di offrirmi connettivita adsl prima di
    > quella V.92?

    Anche qua è solo questione di aggiornare il software, non sono necessarie nuove linee.

    non+autenticato