Anche SuperEva si lancia sugli spot online

Il portalone di DADA decide di adottare gli spot che s'interpongono tra il clic su un link e la visualizzazione della pagina. Una tendenza destinata ad affermarsi?

Roma - SuperEva.it, il portalone tuttofare del provider fiorentino DADA, adotterà il sistema degli splash-ad, cioè dei "web-spot" che si frappongono tra il clic su un link e la visualizzazione della pagina corrispondente.

L'operazione, che punta evidentemente alla realizzazione di un miglior fatturato pubblicitario, è stata confermata ieri da una nota dell'azienda, che ha parlato dell'adozione del sistema di advertising noto come "SpotOnline", un mezzo con il quale si intendono realizzare "spot di elevato impatto visivo e in grado di raggiungere un target selezionato".

L'iniziativa di SuperEva segnala l'arrivo anche in Italia di una tendenza in forte crescita in molti altri paesi, quella del confezionamento di spot interattivi capaci di attirare l'attenzione dell'utente e, dunque, più appetibili per gli inserzionisti.
Per sfruttare il nuovo sistema, DADA si affida ad una partnership realizzata con Spotsystems, impresa che si occupa di tecnologie di comunicazione web e che avrà in carico la realizzazione dei primi webspot per SuperEva.

"Il sistema SpotOnline - si legge nella nota diffusa dalle due aziende - si caratterizza per l'anteposizione ad una pagina Web di un messaggio pubblicitario dinamico (audio-video) di elevato impatto visivo, secondo il modello pubblicitario televisivo ma con l'ulteriore vantaggio di raggiungere un numero preciso di utenti profilati."

La profilazione è essenziale per DADA, perché consente di offrire ai propri inserzionisti maggiori garanzie che lo spot raggiunga il pubblico desiderato. "Test effettuati sul pubblico di Internet - continua la nota - hanno dimostrato che il ricordo del brand, grazie alla visione di uno SpotOnline, è di gran lunga superiore a qualsiasi altro mezzo pubblicitario (spot televisivo compreso)."

Il messaggio pubblicitario, realizzato in tecnologia flash e della durata di pochi secondi, nelle intenzioni si apre a tutto schermo prima del caricamento della pagina Web senza la necessità di scaricare particolari software (è sufficiente il plug-in di Macromedia Shockwave, compreso nella stragrande maggioranza dei browser) e, afferma il comunicato, "senza che ciò comporti un ritardo nell'apertura dell' home page. Quando lo spot ha termine, la videata si chiude automaticamente e lascia l'utente direttamente sulla pagina Web richiesta."

L'operazione di SuperEva va inquadrata in un momento in cui la fiducia degli inserzionisti rispetto alla pubblicità internet è calata, nonostante le enormi possibilità di promozione specializzata che la rete offre. E va dunque interpretata come un ulteriore segnale di cambiamento, studiato per venire incontro alle esigenze dei committenti e consentire alle attività web di disporre di maggiori entrate.
19 Commenti alla Notizia Anche SuperEva si lancia sugli spot online
Ordina
  • io internet lo voglio pagare... ma voglio dei servizi buoni:
    a) non voglio piu' (e dico piu') vedere un banner nei siti in cui ho pagato per entrare
    b) voglio servizi di qualita', ad esempio non voglio una webmail stentata... voglio un account imap; non voglio trovare i modem occupati quando mi connetto;
    c) voglio un supporto tecnico 24/7 che mi risolva ogni bega
    d) Non pago per a siti/provider che traggonono profitto in altro modo dalle miei visite (ad esempio non pago a siti che pretendono una registrazione troppo dettagliata che sicuramente servira' per profilarmi)
    e) pago solo cio' che uso, ad esempio non pago un'iscrizione globale ad un portale, ma solo cio' che uso (diciamo un pacchetto di sms e non l'accesso a tutto, tipo forum che non leggero' mai)
    quindi... io pago... e come "pagante" ho gli stessi diritti di un qualsiasi cliente, inoltre devo avere l'esatta percezione del valore (riesco a valutare se un abito costa troppo) e mille altre cose
    non+autenticato
  • quindi per essere concisi cerchiamo di fare un esempio....
    sei iscritto a supereva e usi i suoi numeri per accedere ad internet (e supereva riceve una parte di quello che spendi per collegarti*) te non dovresti vedere banner quando ci navighi... o sbaglio???

    (* mi suggeriscono: la telecom ti da la mazzetta???)
    non+autenticato
  • Preferite un banner o pagare? Questa domanda mi sembra che se la pongano pochi, mentre è la parte centrale della questione.
    Da parte mia preferisco un banner.
    Purtroppo molta gente non vuole nè l'uno nè l'altro e il risultato ovvio lo sapete quale sarà? Che diventerà tutto a pagamento.
    Complimenti.
    non+autenticato
  • Hai ragione, ma c'è gente che vorrebbe sempre tutto gratis, e schifa ciò che è più facile e mainstream...E allora W tutto ciò che è open source, W quelli che fanno siti che non hanno pubblicità e nemmeno si fanno pagare (come campano?), etc etc. MA STA GENTE MANGIA ARIA? E SE NO, COME RIESCE A FARE LA SPESA????????
    non+autenticato
  • Mavvaia cret1n# !!!

    5 anni fa manco c'era supereva
    e francamente si respirava meglio.

    certo che non si vogliono i banner!!
    prima nonc'erano e la gente i siti li faceva
    uguale, solo non per FARCI I SOLDI
    ma perche' aveva vvoglia di farli

    erano meglio di adesso, piu' contenuti
    e meno cazz#t# e flash ...

    ma come potete pensare di fare soldi vendendo
    banner....ma ripjateve perfavore che
    avete reso internet un cestino della
    spazzatura peggio del tv...

    fate ridere i polli fiochi
    ma tanto cadrete tutti come
    foglie d'autunno.


    amen

    - Scritto da: Demo
    > Preferite un banner o pagare? Questa domanda
    > mi sembra che se la pongano pochi, mentre è
    > la parte centrale della questione.
    > Da parte mia preferisco un banner.
    > Purtroppo molta gente non vuole nè l'uno nè
    > l'altro e il risultato ovvio lo sapete quale
    > sarà? Che diventerà tutto a pagamento.
    > Complimenti.
    non+autenticato
  • Oddio mio, ma avete proprio i para occhi...sempre lì a dire che una volta era meglio. Io navigo dal 95 e una volta internet faceva veramente schifo.
    è proprio vero che del passato si ricordano solo le cose belle.....
    Non ho detto che mi piacciono i banner, ho solo detto che senza questi migliaia di siti non ci sarebbero. Senza questi banner moltissimi siti spariranno.
    Per fortuna resterà quello amatoriale di tonino catozzo che ci informerà su quello che ha fatto la scorsa estate con tanto di foto.....
    SVEGLIATEVI!!!! e sopratutto preparatevi a pagare. hahahahahaha!!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Demo

    > Oddio mio, ma avete proprio i para
    > occhi...sempre lì a dire che una volta era
    > meglio. Io navigo dal 95 e una volta
    > internet faceva veramente schifo.

    Era dura trovare pornazzi in modo testo he ?!?

    > Non ho detto che mi piacciono i banner, ho
    > solo detto che senza questi migliaia di siti
    > non ci sarebbero.

    E chi se ne frega, per il 90% non sapevo neanche esistessero. Ad esempio tu cosa apprezzavi di un sito come SuperEva ???

    > Per fortuna resterà quello amatoriale di
    > tonino catozzo che ci informerà su quello
    > che ha fatto la scorsa estate con tanto di
    > foto.....

    Bene, tanto non guardo neanche quello.

    > SVEGLIATEVI!!!! e sopratutto preparatevi a
    > pagare. hahahahahaha!!!!

    Io son ben disposto a pagare per dei servizi, ma super(Tr01a)Eva non me ne forniva nessuno di degno di questo nome.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Gray

    > > Non ho detto che mi piacciono i banner, ho
    > > solo detto che senza questi migliaia di
    > siti
    > > non ci sarebbero.
    >
    > E chi se ne frega, per il 90% non sapevo
    > neanche esistessero.


    Ma fra qualle migliaia di siti ce ne sono alcuni a dir poco stupendi.... fatti da gente che non vuole guadagnarci ma nemmeno rimetterci, che quindi li mette su server che li ospitano a patto di tenere bannerini, popup o ammenicoli vari.

    Io non voglio che si perdano quei siti.
    Sono la vera ricchezza di internet.

    non+autenticato
  • - Scritto da: Salkaner

    > > E chi se ne frega, per il 90% non sapevo
    > > neanche esistessero.

    > Ma fra qualle migliaia di siti ce ne sono
    > alcuni a dir poco stupendi.... fatti da
    > gente che non vuole guadagnarci ma nemmeno
    > rimetterci, che quindi li mette su server
    > che li ospitano a patto di tenere bannerini,
    > popup o ammenicoli vari.

    Sono daccordo, e la mia speranza e' proprio che quei siti, tanto bellini siano quanto fatti da appassionati che si rendono conto che 2 bannerini sono sopportabili e magare gli fan piovere 2 lirette, mentre la presenza di banneroni paura sono il piu' delle volte dovuti alla presenza di persone informaticamente poco competenti, piu' abituati alla TV che a internet.

    > Io non voglio che si perdano quei siti.
    > Sono la vera ricchezza di internet.

    Io sono quasi certo certo che l'affluenza decidera' a favore di quei siti.
    Del resto mi e' capitato un paio di volte di vedere uno di quei siti in ristrettezze economiche che ricevevano regalini dagli utenti aiuti sotto forma di hardware sparso; e grazie a quello tornavano in attivita'. Sono convito che le comunita' su internet siano, non dico piu' forti delle corporazioni, ma almeno in grado di tere testa ai servizi professionali.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Demo

    > Preferite un banner o pagare? Questa domanda
    > mi sembra che se la pongano pochi, mentre è
    > la parte centrale della questione.

    La parte centrale e': pagare per cosa ?????

    Per la mail ? Mi costa meno affittare un dominio e farmi gray@graylord.org

    Per il web ? stesso discorso, con un dominio ormai tutti sono in grado di mettersi su un web.

    > Purtroppo molta gente non vuole nè l'uno nè
    > l'altro e il risultato ovvio lo sapete quale
    > sarà? Che diventerà tutto a pagamento.
    > Complimenti.

    Se mi offrono qualcosa che non riesco a trovare aggratis o a meno, e se il servizio mi serve lo pagho senza problemi.
    non+autenticato
  • ... sull'uso....
    Sono un'utente di supereva, tra l'altro contentissimo, solo che da un pochino di tempo, dando un'occhiata alla mia posta dall'ufficio, sono veramente stressato da quel quadratino che continua a rompere i maroni.... Entro nella posta, e mi va anche bene leggermi tale banner... anzi, meglio visto che non occupa posto sulla pagina. Un attimo di pazienza e via. Solo che ogni volta mi chiede di installarmi flash 5... e io non voglio. Il peggio è che ogni volta che leggo un messaggio mi ripropone la solfa, e anche tornando indietro.
    Morale: per leggermi magari 5 messaggi, mi sorbisco un "installa flash? <no>" e poi un cacchio di E.T. (un mostriciattolo su questo quadratino pubblicitario) per ben 11 volte.
    1 all'entrata della pagina e 2 per ogni messaggio che leggo, una alla visualizzazione e una quando torno indietro.
    Sono disposto a sorbirmi qualche pubblicità, ma questo sfiora l'ossessione.....
    ..non ne posso più i quel cacchio di E.T. cambiassero almeno pubblicità....

    PS: E' da un po' che non c'è più... spero sia stato solo un test
    non+autenticato
  • Stai pagando per leggere la tua email?
    non+autenticato


  • - Scritto da: Andrea Pili
    > Stai pagando per leggere la tua email?

    Premesso che non mi lamentavo del fatto di leggere lo spot, ma di leggerlo per ogni mail, avanti e indietro.

    2à cosa: Se il tuo nome è quello vero, se sei sardo, e se sei di Cagliari, allora abbiamo lavorato insieme tempo fa.... ed è un pezzone che non ci sentiamo
    non+autenticato
  • Sarò scemo io, senz'altro, però proprio non capisco come mai su internet la pubblicità debba essere diversa da quella degli altri media.
    Insomma io non corro ad acquistare un'automobile o un detersivo dopo aver visto lo spot tv, bensì, vedendo spesso lo spot tv, quando ho bisogno di una auto o un detersivo, penso per prima cosa a quell'auto o quel detersivo.
    Da sempre la pubblicità serve a rendere noto un prodotto e i banner lo fanno.
    Per mesi i primi tempi su internet, vedevo i banner Amazon e così, quando ho dovuto prendere dei libri in inglese gli ho acquistati da amazopn e continuo a farlo.
    Ma non lo so, si vede che la vita è troppo complicata per me.
    non+autenticato
  • a me questa cosa sembra ideata da uno che non ha capito nulla di internet.
    o forse da chi ha a che fare con clienti-interlocutori ignoranti come capre (cosa possibilissima, quanti sono i direttori marketing che *navigano*?)
    penso che fallirà miseramente, che tristezza!
    non+autenticato

  • - Scritto da: robby
    > a me questa cosa sembra ideata da uno che
    > non ha capito nulla di internet.
    > o forse da chi ha a che fare con
    > clienti-interlocutori ignoranti come capre
    > (cosa possibilissima, quanti sono i
    > direttori marketing che *navigano*?)
    > penso che fallirà miseramente, che tristezza!
    Approvo e sottoscrivo.
    Nessuna pubblicità mi ha MAI indotto a comprare cose inutili, figuriamoci i banner et similia. Quando posso li elimino alla radice, altrimenti mi limito ad ignorarli totalmente.
    Su internet compro libri interessanti e software buy&download, tutte cose scelte con un'accurata selezione sui contenuti, non cazzate consumistiche e password per adultcheck... e come me, migliaia di utenti pensanti e ragionevoli si comportano allo stesso modo.
    Alla faccia dei "bombardamenti" sui portaloni generalisti, flash inutili in una cornice inutile per definizione.
    non+autenticato
  • Che noia che siete! Tutto dovrebbe essere sempre gratis, la pubblicità vi dà fastidio, e tanto non serve....Il fatto che la pubblicità funzioni, è fuori discussione. E funziona anche con voi, in un modo o nell'altro.
    Quanto a questo nuovo tipo di banner, vedete per esempio Salon.com, è uno dei primi che ha effettivamente implementato questo spot. I contenuti ed i servizi costano, e in qualche modo devono essere pagati!
    non+autenticato


  • - Scritto da: robby
    > a me questa cosa sembra ideata da uno che
    > non ha capito nulla di internet.
    > o forse da chi ha a che fare con
    > clienti-interlocutori ignoranti come capre
    > (cosa possibilissima, quanti sono i
    > direttori marketing che *navigano*?)

    Navigare navigano....ma chiedigli
    di cambiare il DNS e loro chiamano
    un tecnico....
    Pero' sanno tanto bene sparare
    cazzate come b2b o account manager (se
    qualcuno mi puo' spiegare il senso
    di tali termini lo ringrazio)

    ...
    > penso che fallirà miseramente, che tristezza!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)