Quei domini parlano solo cinese

L'ente che se ne occupa, in Cina, ha deciso che accetterà i domini in caratteri alfabetici cinesi sia nel nome che nell'estensione. Un quasi colpo di mano rispetto alla tendenza internazionale

Quei domini parlano solo cineseRoma - Poco fa è arrivata la conferma che l'organismo statale cinese che si occupa dello sviluppo di Internet, il CNNIC, ha aperto alla registrazione di domini Internet locali in caratteri alfabetici cinesi.

Da oggi, i cinesi che verranno autorizzati potranno registrare domini che a destra e a sinistra del punto (".") siano caratterizzati dall'alfabeto cinese.

La scelta di Pechino di aprire a questo genere di domini anticipa i tempi previsti dall'ICANN, l'organismo internazionale dei domini, e dalla IETF, che si occupa degli standard tecnologici, per la creazione di domini in caratteri alfabetici diversi da quelli latini. Sebbene alcune sperimentazioni siano già in corso per alcuni alfabeti asiatici, come il giapponese o il coreano, lo standard tecnico non è ancora definito e dal 13 novembre si parlerà di questo alla riunione annuale dell'ICANN. E il CNNIC sembra pronto ad andare oltre quanto finora previsto a livello internazionale, proprio perché vuole "infilare" caratteri cinesi anche a destra del punto che contraddistingue il dominio.
Va anche detto che la registrazione e l'uso dei domini Internet in Cina è sottoposto a numerosi vincoli e non è detto che i privati o le imprese locali corrano a registrare domini "in madrelingua".
TAG: domini