Teleporto, infra-network satellitare di Padova

Sarà completato entro la fine dell'anno il centro che smista e porta comunicazioni da e per tutti i media

Roma - Sarà completato a Padova entro la fine del 2001 il "Teleporto del Nordest", una infrastruttura di comunicazione pensata per gestire in un unico "snodo" tutto quello che va dalle comunicazioni internet, con la proposizione di servizi dati e voce (compresi quelli derivanti dall'ultimo miglio bidirezionale), alla creazione di reti di distribuzione di contenuti su broadband, alla emissione e contribuzione di canali radiotelevisivi.

A volere il progetto, presentato al Sat Expo 2001 di Vicenza, sono Netdish (provider italiano di TLC satellitare e databroadcasting svincolato dalla connettività terrestre), Fracarro Radioindustrie e Network Teleport Italia.

Entro il mese di dicembre 2001, le società realizzeranno in joint-venture il progettone che consentirà ai clienti del Teleporto di trasmettere contenuti via Internet usufruendo della connettività wireless a larga banda e comunicare in aree geografiche sottoservite dalle tradizionali infrastrutture di telecomunicazione.
"Il Teleporto - si legge in una nota - si configurerà come un'infrastruttura aperta e collegata fisicamente ad un ampio numero di operatori terrestri (Internet Service Provider, Società di Telecomunicazioni e Application Service Provider) che hanno bisogno di potenziare la copertura geografica dei loro servizi".

Dal punto di vista tecnico il Teleporto è un "nodo di interconnessione" nel quale si incontrano le reti terrestri IP, telefoniche, di trasmissione digitale e di trasmissione radio e TV con capacità satellitare. Sfruttando le potenzialità delle trasmissioni satellitari, il Teleporto permetterà di prolungare ed estendere a largo raggio le comunicazioni Internet, dati, voce.
2 Commenti alla Notizia Teleporto, infra-network satellitare di Padova
Ordina
  • Quando leggo notizie di questo genere, da una parte solo contento perche' si capisce che c'e' un tentativo di voler migliorare le prestazioni della rete e avere un gateway a Padova, poco distante da dove abito, non mi dispiace.

    Quello che mi fa pensare sono invece due altre cose:
    1) Il creare un gateway non aumentera' il rischio dei colli di bottiglia, un po' come quando dalla rete GARR si passa a quella commerciale?
    2) Il fatto di creare un gateway non mettera' a rischio, soprattutto visti i tempi, la nostra privacy, nel caso venissero messi dei sistemi di monitoraggio del traffico? In un attimo avrebbero sotto controllo rete, radio, TV, satellite...

    Vorrei un vostro parere....
    non+autenticato
  • il teletrasporto? Potrei farmi bit per bit e farmi sparare dentro il teleporto e riprodurmi altrove. Sarebbe il teletrasporto.
    non+autenticato