A luglio fine delle urbane Telecom

L'Autorità per le comunicazioni ha deciso che tra sette mesi gli utenti potranno scegliere con chi telefonare in città. E potranno chiudere i rapporti con Telecom Italia

A luglio fine delle urbane TelecomRoma - Difficile dire quanti lo faranno, ma sono sicuramente numerosi quelli che non vedono l'ora di potersi scrollare di dosso i contratti telefonici imposti da Telecom Italia. Un desiderio che potrà diventare realtà il prossimo luglio, come ha stabilito l'Autorità per le comunicazioni consentendo all'utente di scegliere tra le altre compagnie telefoniche per la totalità del suo traffico, anche quello urbano. In altre parole tra alcuni mesi chi vorrà potrà recedere dal contratto Telecom Italia e scegliere quello di un altro operatore.

L'Autorità ha anche confermato che da gennaio gli utenti potranno effettuare telefonate urbane con carrier diversi da Telecom Italia, pur passando attraverso le linee Telecom come avviene già oggi con le interurbane fornite dalle diverse compagnie telefoniche. In pratica basterà digitare il codice dell'azienda prima del numero urbano per "bypassare" la tariffazione Telecom.

Intanto, proprio in queste ore i sindacati hanno fatto sapere che a dicembre saranno avviati quattro giorni di sciopero nel settore delle Telecomunicazioni e che l'agitazione verrà ripresa a gennaio con una mobilitazione più forte. Oggetto della protesta è il "piano di riassetto" di Telecom Italia.