Dude.it/ L'ancient régime goes to SMAU

di Mafe de Baggis. Come sarà SMAU di quest'anno? Come in un brutto sogno, me lo immagino ancora più spaventoso del solito

Roma - Ogni anno, più o meno in questo periodo, comincio a sentirmi a disagio all'idea di *dover* andare allo SMAU. Da quando l'anno scorso mi sono trovata di fronte all'unico cartello "USCITA" reperibile che puntava verso due scale mobili entrambe in direzione opposta alla salvezza, il disagio si è trasformato in un terrore psicotico e venato di sarcasmo, stile The Kingdom.

La mia mente affaticata simula scenari terrorizzanti: padiglioni affollatissimi di venture capitalist vestiti "business casual" e istericamente alla ricerca di un business plan qualunque da finanziare per vendere sovrapprezzo le azioni in Borsa, venditori di licenze costosissime di software che poi richiedono altrettanti milioni - minimo - per funzionare decentemente, project manager intenti a sfornare Gantt dove i giorni/uomo si autogenerano e qualunque attività, anche la creazione di un link, viene dilatata fino a occupare mesi interi.

Poi all'improvviso qualcosa mi salva dall'orrore e ricordo tutto: la new economy è finita, è tutto finito. Non dura molto: la vista di certi nomi nel panel dei relatori di SMAU, che guardo per un errore classico collegato alla sindrome da pre-accredito, genera nuovi scenari, stavolta iper-realistici.
I venture capitalist circolano ancora, ma hanno camicie non esattamente fresche di bucato e un velo di barba che lampeggia ai neon di Fiera Milano; i numeri di licenza dei software vengono volantinati all'ingresso, ma per fare una ricerca su un motore generalista devo pagare un fee annuale di ingresso; project leader licenziati dall'ennesimo portalone passato di moda mi abbordano mentre bevo uno spumantino in sala stampa, cercando di convincermi che possono sviluppare reti neurali che assimilano anche le lingue morte in 48 ore. Chiudo gli occhi, li riapro, ma tutto rimane come prima e il ronzio rumoroso che caratterizza tutte le fiere del mondo è sostituito da un silenzio ancora più assordante.

Il potere lisergico di quelle quattro lettere - S, M, A, U - mi scaraventa avanti e indietro tra orrori del passato e depressioni del futuro, in stand rutilanti di hostess e privi di qualunque competenza: guardo gli ex potenti della new economy e vedo la corte di Francia nel 1789, brioche, champagne e dissipatezza mentre la folla inferocita preme già alle porte della Bastiglia. Non ho dubbi: quest'anno sarò in piazza a protestare, non a SMAU, sperando di dare l'ultima spallata a due anni di follia che - per fortuna - non hanno cambiato il mondo.

Dude, giornale per caso
30 Commenti alla Notizia Dude.it/ L'ancient régime goes to SMAU
Ordina
  • Forse non sono questi i tempi di un commercio esasperato dove la qualità la fanno in pochi?

    Girare per certi siti assolutamente inutili, o usare certi software per accorgersi che dietro ad un bel Screen Saver ci sono dei buchi tremendi, o telefonare ad un call center per sapere che la 'tipa' non fa informatica ma studia filosofia all'uni, ... forse è come girare per certi stand e accorgersi che dietro a tanta immagine c'è un prodotto sempre in betatesting, chiedendo dei dati alla hostess di turno è come chiedere un caffè macchiato al bar (ma chiamiamola ragazza immagine per rispetto alle hostess degli aerei), infine non cerchiamo la qualità o il prodigio se l'unico utilizzo che la gente può fare di un cellulare multifunzione è quello di scaricarsi loghi e suonerie.

    L'unica nota fortemente positiva è che questo salone è ancora una delle poche opportunità per avvicinare i clienti o gli operatori del settore alle aziende e ai loro tecnici o manager, i quali sono normalmente separati da numeri verdi o risponditori automatici che dir si voglia. Finora gli uni e gli altri sono sempre stati presenti.

    Questo per me è SMAU.

    Scarlight
    non+autenticato
  • Davvero un ottimo articolo, godibile e scritto molto bene.
    Ti leggevo ai tempi di "PC Gamer" e continuo ad apprezzarti qui su P.I.
    Complimenti!
    non+autenticato

  • Piu' o meno negli stessi giorni, si terra' a Bologna il SAIE

    Salone Internazionale dell'Edilizia, consiglio a tutti di dirottare su questa fiera, sicuramente piu' professionale!

    Dopo una breve visita sarete in grado di proteggere i vostri server con un bel wall fisico almeno dagli attacchi in locale, per quelli da remoto poi si vedra' Sorride do you understand?

    buona gita a Bologna.
    non+autenticato
  • Sorride

    By @isc
    non+autenticato


  • Io mi incazzo quando mi danno l'invito per la
    "giornata dedicata agli operatori". Entrato dentro, quasi ho peso mezz'ora per districarmi in mezzo ai ragazzini che dovevano provare un nuovo videogioco.

    Operatori del settore anche loro?

    Cerchi informazioni e una tipa ti mostra le tette.
    E chi se ne frega delle sue tette?
    Io cerco un firewall bridge.
    "Un attimo che chiamo il tecnico".
    (Giusto, lei vende tette, non bridge firewall.
    Che ne sa lei di traffic shaping con red algohorithm?)

    Che e' un commerciale e non mi sa dire -niente- di quello che chiedo.
    In compenso, la hostess mi rifa' vedere le tette.

    Ma chi se ne frega delle tette della hostess??????
    Io sono li' per lavorare.
    Mi danno i depliants, che sono la stampa del loro sito.
    Figo. Ho perso una giornata per qualcosa che potevo vedere sul web.....

    Ed e' tutto cosi': la Sun con il suo padiglione , da un lato una conferenza interessante sulla sicurezza,(wow, qualcuno serio c'e'!) peccato che vicino c'e' un padiglione che fa un bordello indecente e non sento nulla.

    Lo stesso ingegnere che parla si sforza, ma superare in decibel la premiazione del cinnazzo che ha vinto il torneo di Quake III (nel giorno dedicato agli operatori del settore, yes) e' difficilissimo anche per un ingegnere.

    Vado a cercare soluzioni di backup, e un'altra hostess mi mostra la sua anatomia, dice qualche cazzata su LTO e AIT, e sorride allungandomi dei depliants.
    La stampa del sito web.
    Pero' ha delle belle gambe.
    Ecchisenefrega ce lo mettiamo?

    Qualcuno spieghi a questi signori che io so gia'
    molto sull'anatomia femminile. E che anche se volessi saperne di piu' non verrei certo allo SMAU.

    Volevo un bridge firewall e sapere qualcosa di
    piu' sugli Autoloader Ultrium in commercio.

    Se voglio sapere di piu' di anatomia femminile chiedo a mia moglie , ecceccavolo, non vengo allo SMAU!

    Grazie a quelli di PI per aver detto qualcosa che tutti pensano e che nessuno dice.

    Akira incazzato E felicemente sposato E che non
    ha bisogno delle hostess seminude mentre cerca di LAVORARE.

    P.S: e per di piu', piu' crisi c'e' nel settore e piu' queste cercano di intrattenerti e sono seminude. E' cosi' che vogliono rialzarsi dalla crisi?




    non+autenticato
  • > Cerchi informazioni e una tipa ti mostra le
    > tette.
    > E chi se ne frega delle sue tette?
    <....>
    > In compenso, la hostess mi rifa' vedere le
    > tette.
    >
    > Ma chi se ne frega delle tette della
    > hostess??????
    > Vado a cercare soluzioni di backup, e
    > un'altra hostess mi mostra la sua anatomia,
    > Pero' ha delle belle gambe.
    > Ecchisenefrega ce lo mettiamo?
    >
    > Se voglio sapere di piu' di anatomia
    > femminile chiedo a mia moglie , ecceccavolo,
    > non vengo allo SMAU!
    >
    > P.S: e per di piu', piu' crisi c'e' nel
    > settore e piu' queste cercano di
    > intrattenerti e sono seminude. E' cosi' che
    > vogliono rialzarsi dalla crisi?
    >

    sei al limite della misoginia...Sorride)))
    forse non rialzeranno le sorti del mercato IT, ma evidentemente alzano qualcos altroSorrideSorride
    pessima battuta lo so... pero' due tette e un bel paio di gambe possono anche "addolcire al pillola", come si dice...
    sai, tutto il giorno fra commerciali che non sanno cosa dicono, prodotti tutti ugualmente inutili, un po' di sana anatomia femminile ci sta bene...
    anche se allo SMAU non vado da 4 anniSorride

    Ciao
    non+autenticato


  • - Scritto da: Akira
    >
    >
    > Io mi incazzo quando mi danno l'invito per la
    > "giornata dedicata agli operatori". Entrato
    > dentro, quasi ho peso mezz'ora per
    > districarmi in mezzo ai ragazzini che
    > dovevano provare un nuovo videogioco.
    >
    > Operatori del settore anche loro?
    >
    > Cerchi informazioni e una tipa ti mostra le
    > tette.
    > E chi se ne frega delle sue tette?
    > Io cerco un firewall bridge.
    > "Un attimo che chiamo il tecnico".
    > (Giusto, lei vende tette, non bridge
    > firewall.
    > Che ne sa lei di traffic shaping con red
    > algohorithm?)
    >
    > Che e' un commerciale e non mi sa dire
    > -niente- di quello che chiedo.
    > In compenso, la hostess mi rifa' vedere le
    > tette.
    >
    > Ma chi se ne frega delle tette della
    > hostess??????
    > Io sono li' per lavorare.
    > Mi danno i depliants, che sono la stampa del
    > loro sito.
    > Figo. Ho perso una giornata per qualcosa che
    > potevo vedere sul web.....
    >
    > Ed e' tutto cosi': la Sun con il suo
    > padiglione , da un lato una conferenza
    > interessante sulla sicurezza,(wow, qualcuno
    > serio c'e'!) peccato che vicino c'e' un
    > padiglione che fa un bordello indecente e
    > non sento nulla.
    >
    > Lo stesso ingegnere che parla si sforza, ma
    > superare in decibel la premiazione del
    > cinnazzo che ha vinto il torneo di Quake III
    > (nel giorno dedicato agli operatori del
    > settore, yes) e' difficilissimo anche per un
    > ingegnere.
    >
    > Vado a cercare soluzioni di backup, e
    > un'altra hostess mi mostra la sua anatomia,
    > dice qualche cazzata su LTO e AIT, e sorride
    > allungandomi dei depliants.
    > La stampa del sito web.
    > Pero' ha delle belle gambe.
    > Ecchisenefrega ce lo mettiamo?
    >
    > Qualcuno spieghi a questi signori che io so
    > gia'
    > molto sull'anatomia femminile. E che anche
    > se volessi saperne di piu' non verrei certo
    > allo SMAU.
    >
    > Volevo un bridge firewall e sapere qualcosa
    > di
    > piu' sugli Autoloader Ultrium in commercio.
    >
    > Se voglio sapere di piu' di anatomia
    > femminile chiedo a mia moglie , ecceccavolo,
    > non vengo allo SMAU!
    >
    > Grazie a quelli di PI per aver detto
    > qualcosa che tutti pensano e che nessuno
    > dice.
    >
    > Akira incazzato E felicemente sposato E che
    > non
    > ha bisogno delle hostess seminude mentre
    > cerca di LAVORARE.
    >
    > P.S: e per di piu', piu' crisi c'e' nel
    > settore e piu' queste cercano di
    > intrattenerti e sono seminude. E' cosi' che
    > vogliono rialzarsi dalla crisi?

    Ma che sei? Finocchio??
    Se ti sbattono le tette sotto il naso,..... SUCCHIALE, che te frega.!
    non+autenticato
  • - Scritto da: joe
    > - Scritto da: Akira
    > > Cerchi informazioni e una tipa ti mostra le
    > > tette.
    > > E chi se ne frega delle sue tette?
    > > Akira incazzato E felicemente sposato E che
    > > non ha bisogno delle hostess seminude mentre
    > > cerca di LAVORARE.
    > Ma che sei? Finocchio??

    1: scrive di essere sposato.
    ma soprattutto
    2: scrive che era allo SMAU per LAVORARE: mai sentito questo verbo ???


    > Se ti sbattono le tette sotto il naso,.....
    > SUCCHIALE, che te frega.!

    torna nel tuo mondo dei SOGNI: cretinetti!

    non+autenticato
  • LOLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLL
    non+autenticato
  • - Scritto da: joe

    > Ma che sei? Finocchio??

    Io sono finocchio...qualche problema?

    > Se ti sbattono le tette sotto il naso,.....
    > SUCCHIALE, che te frega.!

    Vedi sopra.

    non+autenticato
  • > Ed e' tutto cosi': la Sun con il suo
    > padiglione , da un lato una conferenza
    > interessante sulla sicurezza,(wow, qualcuno
    > serio c'e'!) peccato che vicino c'e' un
    > padiglione che fa un bordello indecente e
    > non sento nulla.
    Ma se sono 3 anni che la SUN non fa piu' lo smau ... aggiornati
    non+autenticato
  • Sono un old frequentatore dello SMAU fino dalla prima edizione. Non ne ho saltata nemmeno una di edizione ma dall'anno scorso ho deciso, insieme ad altri amici, di chiudere con quel mondo che tanto ci aveva dato in passato.

    Nella penultima la votazione è stata unanime, 8 voti su 8 per capitolare all'assurdo cambiamento/trasformazione che lo SMAU ha deciso di fare.

    Ora il dominio è delle hostess belle ma impreparate ... hai tecnici che sanno solo come si accende il pc ... hai volantini che ti riempiono buste tasche e occhi fino alle ossa. Colori, effetti, musica (cosa c'entra dare uno spazio fisico alle radio, non hanno il loro Expo) fanno da padroni ma la sostanza non esiste più. Ora è la forma che domina, il contenuto ha fatto il suo tempo enon è più business.
    Ora quello che conta è soddisfare la massa che non ha idea di cosa sta vedendo ma è lì e deve essere accontentata.

    Sono triste, sono deluso prima eravamo pochi sia come pubblico che come stand ma tutto ciò che chiedevi trovavi risposta precisa professionale e tecnica ... ora non più.
    Il dominio della forma è un fatto alla quale io ed altri non vogliamo più sottostare allora ci spostiamo e facciamo largo alla forma unica protagonista ... peccato.

    Lo stesso vale per il Futurshow !!!

    Era meglio quando eravamo pochi ...
    non+autenticato
  • - Scritto da: nebbia
    > Era meglio quando eravamo pochi ...

    puoi dirlo FORTEEEEEEE !!
    per non parlare di quando in Rete c'erano 20 mila Italiani: che tristezzaTriste(((
    non+autenticato

  • - Scritto da: topolino
    > - Scritto da: nebbia
    > > Era meglio quando eravamo pochi ...
    >
    > puoi dirlo FORTEEEEEEE !!
    > per non parlare di quando in Rete c'erano 20
    > mila Italiani: che tristezzaTriste(((

    Mi associo: bella mì FIDOnet...

    Gli italioti, quando diventano massa, portano solo caos. E si sentono anche furboni, come i ragazzini che riescono ad avere gli inviti "solo operatori" per le fiere... con la complicità delle aziende che glieli danno, e di chi non controlla agli ingressi.
    In Germania 'ste cose non succedono... si stava meglio quando stavano peggio (loro), senza internet e senza PC !!!
    non+autenticato
  • beh,io appartengo a quel gruppo di "ragazzini con i biglietti riservati" e ringrazio tutte le persone che me li hanno sempre procurati perchè è anche grazie a loro che mi interesso di informatica e di tutto cio' che ruota attorno ad essa...a differenza di te, cerco di imparare sempre di più sfruttando ogni minima occasione e posso anche dirti che disprezzo con tutto il cuore le persone che si ritengono ad un livello superiore rispetto agli altri non facendo effettivamente un c***o per la società.
    non+autenticato
  • Ormai lo SMAU è una kermesse popolare, come le feste di piazza. In ogni caso, alle fiere di settore non c'è un bel niente da imparare per ragazzini incompetenti, curiosi ed affamati di gadget gratuiti e giochini scopiazzati, altro che impegno sociale e balle varie alla Stallman (che almeno uno straccio di laurea al MIT ce l'ha, anche se si traveste da barbone).

    Chi vuole imparare davvero si compra dei bei libri e sperimenta a casina sua, non va a far casino dove c'è gente che ha da lavorare.

    Entrare nei giorni riservati se non se ne ha titolo è un abuso all'italiana e basta. Se lo capisci, bene, altrimenti hai ancora bisogno che la maestrina t'insegni che ogni cosa ha un suo tempo e luogo, nel business e nella vita, alla faccia dei deliri fintocomunisti e pseudoalternativi di moda.

    Quanto al resto, le tue idiozie massimaliste e senza senso non meritano risposta, io ho due lauree scientifiche e mi occupavo d'informatica quando tu non andavi neppure all'asilo, e certo non ho imparato entrando alla portoghese in luoghi che non mi pertinevano, ma con l'impegno, lo studio e la sperimentazione costante.

    Torna alla playstation che è meglio, e cerca di avere l'umiltà di imparare a stare al tuo posto.
    Poi puoi pensare ad imparare il resto, come abbiamo fatto noi a nostro tempo. Gioventù d'oggi, supponente ed irriguardosa... mala tempora currunt !
    non+autenticato


  • - Scritto da: nebbia
    > Era meglio quando eravamo pochi ...

    Era meglio quando ti ragalavano cappellini e maglietteSorride non ci vado più da allora
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)