ADUC contro i sequestri dei siti

Il caso di Covoprieca spinge anche l'Associazione dei consumatori e degli utenti a protestare

Roma - Con un comunicato stampa, anche l'Associazione degli utenti e dei consumatori, ADUC, ha protestato contro le iniziative giudiziarie che coinvolgono i siti "Covoprieca.com" e "digilander.iol.it/randagismo" di cui ha parlato oggi Punto Informatico.

Una iniziativa discutibile che porterà all'oscuramento dei siti. "Per intenderci - ha scritto il presidente di ADUC, Vincenzo Donvito - è come se un qualunque cittadino, sentendosi diffamato da quanto pubblicato, per esempio, sul Corriere della Sera, e con un magistrato che gli desse ragione, di fronte alla non-pubblicazione (anche qui volontaria o meno) della smentita sul quotidiano, facesse bloccare tutti gli archivi del giornale, nonché l'uscita del quotidiano stesso (chiudere un sito Internet è impedire qualunque comunicazione della quotidianità del mezzo)."
"E' evidente - continua Donvito che alcun magistrato si sognerebbe di fare una cosa del genere al maggiore quotidiano italiano, e probabilmente neanche al più piccolo del più sperduto paesello, ma di fronte a Internet, apriti cielo... e codici: tutto è possibile! La "navigazione" nei codici avviene a vista senza rendersi conto di cosa si tratti e di cosa si metta sotto sequestro. E' evidente che, senza neanche tanto estremizzare, ci aspettiamo a breve il sequestro del provider che ha consentito la pubblicazione di questi oggetti di criminalità, nonché dei motori di ricerca che ne avessero conservato traccia nella abituale memoria cache che viene fatta di ogni pagina web indicizzata nel loro data-base."

ADUC ha inviato il comunicato stampa anche al ministro di Grazia e Giustizia Roberto Castelli, "perché ne faccia l'uso che la sua autorità gli consente".
TAG: censura
12 Commenti alla Notizia ADUC contro i sequestri dei siti
Ordina
  • Noi siamo per la libertà,pur dedicandoci prettamente all'eco-animalismo. Chiunque abbia fatto delle lotte in difesa di essa ci ha trovato al loro fianco. Ma Vi prego cerchiamo di capire che la vera libertà è quella che non lede i diritti altrui. Noi, pur essendo nella situazione che molti conoscono, abbiamo comprovato che non abbiamo leso nessun diritto, non abbiamo diffamato come possiamo affermare con cognizione di causa che siamo scomodi. Lo sapevamo quando intraprendemmo le nostre battaglie libere scelte, lo sappiamo ora e non ci tireremo indietro. Quindi, chiederei gentilmente, di non confondere il diavolo con l'acqua santa e quindi di non confondere Covoprieca con bonsai kitten in nome di un principio che ha ben altra valenza.Istigare, soprattutto menti giovani, non preparate ed anche tarate, perchè no, significa istigare a barbarie ed inciviltà e poichè gli animali a norma dell'art. 727 del C.P. ed altre leggi sono protetti, non è diverso da chi, eventualmente, li commettesse veramente. E sto parlando di normative a prescindere da chi abbia coscienza, civiltà ed intelligenza. Un sito che facesse ironia o mettesse dei fotomontaggi sulla materia di pedofilia non sarebbe meno colpevole, poichè questi sono reati, sono cose turpi e da vigliacchi. Cogliamo l'occasione per salutarVi, ringraziare tutti coloro che ci sono rimasti a fianco, comprendendo realmente la situazione in particolare Punto Informatico su cui siamo ospite in questo momento per scriverVi. Continueremo la nostra lotta in tutti i modi etici e professionali consci di essere dalla parte della ragione, anche se purtroppo in questa società non è sempre un motivo sufficiente. Ciao Wendy & Dylan   
    non+autenticato
  • Io scrivo dagli U.S.A. e sono molto addolorata dei problemi di COVOPRIECA, meriterebbero medaglie
    per l'impegno e l'amore che dimostrano nel difendere i diritti degli'ANIMALI ed Umani ( compito nobile che gli fa ONORE) mentre invece si cerca di censurarli, o ignorarli come se il loro problema non toccasse un po tutti. Se veramente vogliamo essere, pensare, parlare ed comunicare, proprio ora bisogna affiancarsi a loro per difendere la LIBERTA' di tutti. Forza COVOPRIECA
    che gli ONESTI con coscienza sono con voi.
    Salutissimi Maria Ruth dal Maine U.S.A.
    non+autenticato
  • Sai che condivido pienamente le tue idee e sono felice che qualcuno dimostri di apprezzare il tuo lavoro e cerchi di aiutarti. vorrei fare di più anch'io... Coraggio.
    Mariangela

    - Scritto da: Wendy & Dylan
    > Noi siamo per la libertà,pur dedicandoci
    > prettamente all'eco-animalismo. Chiunque
    > abbia fatto delle lotte in difesa di essa ci
    > ha trovato al loro fianco. Ma Vi prego
    > cerchiamo di capire che la vera libertà è
    > quella che non lede i diritti altrui. Noi,
    > pur essendo nella situazione che molti
    > conoscono, abbiamo comprovato che non
    > abbiamo leso nessun diritto, non abbiamo
    > diffamato come possiamo affermare con
    > cognizione di causa che siamo scomodi. Lo
    > sapevamo quando intraprendemmo le nostre
    > battaglie libere scelte, lo sappiamo ora e
    > non ci tireremo indietro. Quindi, chiederei
    > gentilmente, di non confondere il diavolo
    > con l'acqua santa e quindi di non confondere
    > Covoprieca con bonsai kitten in nome di un
    > principio che ha ben altra valenza.Istigare,
    > soprattutto menti giovani, non preparate ed
    > anche tarate, perchè no, significa istigare
    > a barbarie ed inciviltà e poichè gli animali
    > a norma dell'art. 727 del C.P. ed altre
    > leggi sono protetti, non è diverso da chi,
    > eventualmente, li commettesse veramente. E
    > sto parlando di normative a prescindere da
    > chi abbia coscienza, civiltà ed
    > intelligenza. Un sito che facesse ironia o
    > mettesse dei fotomontaggi sulla materia di
    > pedofilia non sarebbe meno colpevole, poichè
    > questi sono reati, sono cose turpi e da
    > vigliacchi. Cogliamo l'occasione per
    > salutarVi, ringraziare tutti coloro che ci
    > sono rimasti a fianco, comprendendo
    > realmente la situazione in particolare Punto
    > Informatico su cui siamo ospite in questo
    > momento per scriverVi. Continueremo la
    > nostra lotta in tutti i modi etici e
    > professionali consci di essere dalla parte
    > della ragione, anche se purtroppo in questa
    > società non è sempre un motivo sufficiente.
    > Ciao Wendy & Dylan   
    non+autenticato
  • Mi sembra importante in questo momento ribadire la libertà di raccontare la verità; se chiudono Covoprieca, è finita per tutti. Penso agli animali che perderebbero l'appoggio più incondizionato ed onesto che abbiano mai avuto. Quanti altri sarebbero disposti a denunciare, rischiando di persona? Non molti, credo. Non confondiamo davvero! In giro su Internet ci sono siti che fanno rabbrividire mentre Covoprieca non si è macchiata di alcun crimine. FORZA E AVANTI! per amore dei "Senza Voce"
    non+autenticato
  • Sono una assidua frequentatrice del sito covoprieca in merito vorrei citare un banale quanto significativo motto che si usa dalle mie parti " non mischiamo la lana con la seta" forza covoprieca
    non+autenticato
  • Piena solidarietà al bellissimo e coraggioso sito Covoprieca e a tutti i siti di denuncia delle barbarie e ingiustizie di cui sono vittime coloro che non hanno neanche voce per potersi difendere. Per qualsiasi iniziativa in cui sia utile un aiuto dai comuni cittadini, contate sul mio appoggio. In ogni caso, ove anche fosse spento un sito come il vostro, ne sorgerebbero altri cento, a cui io sarei pronta a collaborare (anzi, già lo sto facendo... Occhiolino
    Un abbraccio,
    maya
    non+autenticato


  • - Scritto da: Wendy & Dylan
    > Noi siamo per la libertà,pur dedicandoci
    > prettamente all'eco-animalismo.

    2 valori encomiabili.


    >quindi di non confondere
    > Covoprieca con bonsai kitten in nome di un
    > principio che ha ben altra valenza.

    il principio che accomuna le vostre storie è proprio quello della libertà di espressione.



    >Istigare,
    > soprattutto menti giovani, non preparate ed
    > anche tarate, perchè no, significa istigare
    > a barbarie ed inciviltà e poichè gli animali
    > a norma dell'art. 727 del C.P. ed altre
    > leggi sono protetti, non è diverso da chi,
    > eventualmente, li commettesse veramente.


    Peccato che bk non istigasse proprio nessuno....

    Comunque apprezzo la vostra coerenza.... ad almeno uno dei due ideali sopra citati.

    non+autenticato
  • In linea di massima concordo con l'iniziativa
    dell'ADUD.
    Purtroppo,però, la mia fiducia in questa
    "associazione dei consumatori" era precedentemente
    compromessa dal fatto che, l'unica volta che mi
    sono rivolto a loro per un problema, ho ottenuto
    come risposta 2 cose:
    1- Risposta del tipo "dubitiamo che sia come
    sostiene lei" (avevo dato loro tutti i dati per controllare ON-LINE con un paio di click le mie
    affermazioni)
    2- Hanno cominciato a SPAMMARE nella mia e-mail
    (fortuna che avevo scritto loro da una e-mail
    considerata "a perdere")

    Insomma... che volevo dire?
    Volevo dire che questa iniziativa dell'ADUC mi
    pare tanto fumo e poco arrosto. Un modo semplice
    ed efficace per mettersi in mostra col minimo
    sforzo.

    Di piu' all'ADUC, per mia esperienza, non concedo.

    GGG
    non+autenticato
  • Io non ritengo che sia così grave fare un po' di spamming, specialmente se a farlo è una associazione che - fino a prova contraria - non cerca di venderti nulla. Io ho avuto una sola esperienza on-line con l'ADUC: ho sottoposto loro un quesito legale tramite il loro sito, e in un paio di giorni mi è stato risposto. Non mi sembra poi una cosa da buttare via!!
    non+autenticato


  • - Scritto da: gimbo
    > Io non ritengo che sia così grave fare un
    > po' di spamming

    Ritieni malissimo.
    non+autenticato
  • Di tutto questo ne possiamo parlare dopo per favore?
    Per il momento a me sta benissimo che anche ADUC si adoperi per impedire la chiusura di COVOPRIECA.
    Quando il sito sarà salvo allora parleremo delle disfunzioni eventuali di Aduc.
    Cordiali saluti
    Giordano Urzino
    non+autenticato
  • Sarà mica che leggono PI?
    E vai?
    non+autenticato