Sui net-computer Ellison si sposa Compaq

Il vivace chairman di Oracle, Larry Ellison, ha annunciato che il mese prossimo partirà la distribuzione di un nuovo device leggero di connessione che segue la via del net-computer con una grossa novità: in mezzo c'è Compaq

Las Vegas (USA) - Dalla ribalta del Comdex, l'agguerrito chairman di Oracle Larry Ellison ha rilanciato con forza la propria visione della Rete e delle web-appliance, di dispositivi capaci di interagire in modo dinamico con applicazioni e servizi online. Una visione nota e già raccontata molte volte ma oggi dotata di un appeal in più: la presenza nel progetto del maggiore costruttore di computer del mondo, Compaq.

Ellison ha annunciato che una nuova web-appliance, prodotta in collaborazione tra Oracle e Compaq, arriverà nei canali di distribuzione il mese prossimo. Un dispositivo basato sull'Oracle 9i Application Server e sul server two-way ultra-thin ProLiant DL360 di Compaq. Si tratta di un dispositivo che, secondo Ellison, non avrà paragoni in termini di semplicità e verrà consegnato ai clienti con hardware e software preconfigurato, precollaudato e preinstallato.

Secondo Ellison, Oracle inizierà entro pochi mesi ad utilizzare al proprio interno il nuovo device, che diverrà l'oggetto principale di lavoro e comunicazione per Oracle entro un anno. E questo sarà dovuto al fatto che la web-appliance, per il momento destinata alle imprese di piccole dimensioni, potrà progressivamente essere utilizzata sempre più facilmente anche in contesti produttivi molto ampi.
Il chairman Oracle ha affermato che il sistema operativo del device sfrutta "alcune porzioni" di Sun Solaris, la versione Sun di UNIX, ma si tratterebbe di "un sistema operativo anonimo".

Ellison ha approfittato della luce dei riflettori anche per dare alcune stoccate alla rivale di sempre, Microsoft, di cui contesta da anni la filosofia "pro-PC". Secondo Ellison "il PC è diventato ormai un oggetto di rete con in più Microsoft Office. La sola cosa che tiene vivo il personal computer sono i videogiochi". E ha sostenuto che l'unico motivo per cui possiede un computer è quello dipoter aprire i documenti di Word quando gli vengono inviati come allegati di messaggi di posta elettronica.
TAG: hw