Rivoluzione d'autunno: il browser è cubico

Ha la forma di un cubo e promette di rivoluzionare il modo di navigare sul Web. E ' il nuovo browser presentato al Comdex dalla start-up 2Ce alla cui guida c'è un architetto con la passione per 3D Studio

Las Vegas (USA) - Con il suo primo browser tridimensionale al mondo la piccola e giovane società 2Ce (pronunciata "to see", vedere) promette di rivoluzionare il modo di navigare le pagine Web. La finestra del bizzarro browser, che si appoggia al motore di Internet Explorer, ha la forma di un cubo sulle cui facce interne è possibile visualizzare 6 pagine web in contemporanea.

Sviluppato dall'architetto Mike Rosen, fondatore di 2Ce, questo browser è pienamente compatibile con le pagine web tradizionali, sebbene Rosen non nasconda l'ambizione di riuscire a convincere a breve sempre più sviluppatori ad ottimizzare le proprie pagine per essere viste in 3D.

Il navigatore di 2Ce, ancora senza nome, sarà in grado, al momento della sua uscita, di visualizzare 725 pagine in contemporanea: questo sarà possibile attraverso una tecnica di visualizzazione che permetterà di vedere i cubi annidati l'uno dentro all'altro. Sebbene in questo modo le pagine divengano illeggibili per le ridotte dimensioni, l'utilità di averle comunque tutte sott'occhio potrà esplicarsi nella possibilità di assegnare ad ognuna di esse degli speciali allarmi che, all'evento prestabilito (come la modifica della pagina) possano evidenziare il lato del cubo contenente il documento interessato: l'utente potrà portare la pagina evidenziata in primo piano con un semplice click del mouse.
Rosen dice che questo progetto è nato dalla fusione di due delle sue più grandi passioni: l'architettura e la realtà virtuale. "Quando io stavo progettando questo browser, scoprii la metafora della stanza - con muri, un pavimento ed un soffitto - e pensai subito che questo sarebbe stato un modo molto facile ed intuitivo di navigare".

Al momento del suo rilascio, il prodotto di Rosen sarà gratuito e disponibile anche per i PDA e le set-top box. Egli spera di guadagnare dalla vendita di tool di sviluppo 3D per il Web che possano essere utilizzati per trasportare verso la terza dimensione portali, Intranet e siti di e-commerce.
TAG: sw