Europa, il wireless di Intel è illegale

La commercializzazione del kit wireless 802.11a in Europa è a rischio? Questo standard in Europa non è ancora permesso

Roma - Come in USA, anche qui in Europa Intel ha cominciato la commercializzazione di prodotti basati sullo standard wireless 802.11a, una tecnologia simile a 802.11b (Wi-Fi), ma nettamente più veloce: 54 Mbps contro gli attuali 11 Mbps.

Questo standard sembra destinato a ripetere il successo del suo fratellino minore, tuttavia qui in Europa l'utilizzo di 802.11a è ancora illegale. Questa tecnologia wireless utilizza infatti una banda di frequenza pari a 5,2 GHz di cui, a differenza di quella a 2,4 GHz utilizzata da tutti gli altri standard concorrenti (Wi-Fi, HomeRF, Bluetooth e DECT), non ne è ancora stato approvato l'uso nei paesi europei.

Intel ha messo in commercio un kit di aggiornamento che consente alle reti wireless preesistenti di avvalersi del nuovo standard 802.11a senza grosse rivoluzioni o spese.
Al momento in Europa la tecnologia wireless più veloce è rappresentata da HiperLAN II, uno standard approvato di recente dall'ETSI, un ente europeo per la normalizzazione nel settore delle telecomunicazioni.

Intel spera che, con poche modifiche, 802.11a possa soddisfare le specifiche di HiperLAN II entro il secondo trimestre del 2002: per questo motivo, secondo il chipmaker, è importante spingere questi prodotti fin d'ora e dare l'opportunità alle aziende europee di avvalersi del nuovo standard non appena ne verrà approvato l'utilizzo anche nel Vecchio Continente.

HiperLan II adotta un layer fisico OFDM molto simile a quello di 802.11a, così che fra i due standard potrebbe nascere una qualche sorta di compatibilità. Operante in una banda di frequenza compresa fra i 5,4 e i 5,7 GHz, HiperLan II offre una larghezza di banda sensibilmente inferiore a quella di 802.11a e pari a 25 Mbps.
2 Commenti alla Notizia Europa, il wireless di Intel è illegale
Ordina