Fermate quell'email. La fine non ha fine

La tragedia di una bimba, deceduta un anno fa, è in un appello che gira vorticosamente in queste ore sulla rete italiana

Roma - Si può fermare un'email? Il problema si è già posto quando gli esperimenti di alcune scuole hanno dimostrato come certi appelli sulla rete abbiano un inizio ma stentino a fermarsi dopo aver adempiuto al proprio scopo o aver cessato di essere utili. Ora la questione si ripropone, con la tragica storia di una famiglia bolognese.

All'inizio del 2000, il padre di una bambina di 2 anni si è appellato alla rete, con una email che da allora ha iniziato a circolare, per trovare informazioni sulla rarissima malattia della figlia, già gravissima. La bimba, Lucia, è purtroppo deceduta qualche mese dopo.

Ma proprio in questi giorni quella straziante lettera-appello ha ripreso a circolare vorticosamente sulla rete italiana, corredata di numeri di telefono e di fax, di nomi e cognomi di persone che certamente preferirebbero aver chiuso questa storia una volta e per sempre.
Di seguito il testo dell'email, privo dei nomi e dei numeri, che sta circolando e che si spera possa presto smettere di circolare.

Mi chiamo XXXXXXXXXXX e ho una figlia di 2 anni di età che si chiama Lucia.
Nell' Ottobre del 1999 abbiamo scoperto che Lucia ha un cancro, si tratta più precisamente di un "endocarcinoma surrenalico secernente", una forma molto rara nei bambini. Purtroppo dopo 2 operazioni e la chemioterapia fatta (si tratta di un ciclo con Mitotane associato a Etoposide, Doxorubicin e Cisplatino) non abbiamo avuto il minimo risultato ed il tumore continua a crescere ad una velocità spaventosa. Forse tu conosci qualcuno che potrebbe darci aiuto per affrontare questo tumore, forse tu conosci un amico che ha già avuto questa esperienza.

Se lo conosci digli di contattarmi al più presto, non ci rimangono che poche Settimane! Se non lo conosci tu lo potrebbero conoscere i tuoi amici.

Per favore fai circolare questa lettera.

Grazie"
TAG: italia
47 Commenti alla Notizia Fermate quell'email. La fine non ha fine
Ordina
  • Hanno spammato e verranno perseguitati per sempre dalla morte della figlia. Che succeda lo stesso a tutti quelli che danneggiano internet.
    non+autenticato


  • - Scritto da: noki
    > Hanno spammato e verranno perseguitati per
    > sempre dalla morte della figlia. Che succeda
    > lo stesso a tutti quelli che danneggiano
    > internet.

    NO COMMENT...

    non+autenticato


  • - Scritto da: ooops
    > NO COMMENT...

    Bravo non commentare. Anche perche' se ti sembra che quei tipi abbiano fatto una cosa giusta con la loro catena di sant'antonio...
    non+autenticato


  • - Scritto da: noki
    >
    >
    > - Scritto da: ooops
    > > NO COMMENT...
    >
    > Bravo non commentare. Anche perche' se ti
    > sembra che quei tipi abbiano fatto una cosa
    > giusta con la loro catena di sant'antonio...
    >

    Anche tu stai dicendo stronzate... non per questo ti auguriamo la morte di una figlia!
    non+autenticato
  • TI AUGURO IL PEGGIO !!!!!!
    non+autenticato
  • Possibile che nel 21° secolo esistano ancora situazioni come questa?
    non+autenticato
  • Ragazzi il dolore e la morte annulleranno anche
    voi e la vostra paura per il vostro piccolo mondo
    di internet, se fosti stati al posto loro...
    aspettate non è mai detto!!!!!!!!
    non+autenticato
  • > Possibile che nel 21° secolo esistano ancora
    > situazioni come
    > questa?
    Al peggio non c'è mai fine: alla data di oggi, 12 aprile 2010, un cretino ha avuto il coraggio di mandarmi ancora questa mail... quando la bambina, purtroppo, è morta da ben 10 anni.
    Se tanta leggerezza a inoltrare mail era ancora perdonabile nel 2001, oggi non lo è assolutamente più.
    non+autenticato
  • Un messaggio contenente al suo interno (non considerate più quasta mail oltre il xx.xx.xxxx mi sembra l'unica soluzione.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Ciccio
    > Un messaggio contenente al suo interno (non
    > considerate più quasta mail oltre il
    > xx.xx.xxxx mi sembra l'unica soluzione.


    beh ma mica si sapeva la data di quando se ne sarebbe andata...
    non+autenticato
  • si pero' effettivamente dire che dopo pochi mesi comunque.... insomma non so
    non+autenticato
  • perchè il cancro ha scadenza?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > perchè il cancro ha scadenza?

    Purtroppo si...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Ciccio
    > Un messaggio contenente al suo interno (non
    > considerate più quasta mail oltre il
    > xx.xx.xxxx mi sembra l'unica soluzione.

    "ho una figlia di 2 anni"
    "Nell' Ottobre del 1999"
    "non ci rimangono che poche Settimane"

    Al di la del fatto che questi messaggi mi sembrano inutili ed inopportuni, anche se comprensibili, una 'data di scadenza' implicita mi sembra ben chiara. Poi a fine 2004 qualcuno continua ad inoltrare il messaggio all'infinito... beh... continuo a pensare che usare il mouse è più semplice che usare il cervello..
    non+autenticato
  • - Scritto da: angustiato
    > veramente terribile

    Un effetto perverso dell'email
    non+autenticato
  • Scusate il cinismo,
    ma NESSUNO puo' sentirsi autorizzato ad inviare mail del genere.
    E non mi dite "ah se fossi tu nei loro panni lo faresti anche tu"... perche' ci sono migliaia di malati di cancro (suppongo il 99.9%) che non fanno queste stronzate.
    E' un reato, lo SPAMMING.
    Forse bisognerebbe aumentare la pena per questo reato.

    Ciao
    non+autenticato
  • Esagggggggggggggggggerato!
    non+autenticato
  • ma va .....
    ben venga lo spamming se per opere di bene ......
    non+autenticato
  • opere di bene?!
    ma di che cacchio stai parlando ?!
    non ti rendi conto che è una "bufala" come tutte le altre?
    da un lettore di punto informatico mi aspetteri per lo meno un pò più di diffidenza verso questo genere di cose.
    se qualcuno ti telefonasse a casa chiedendo se sai come curare una grave forma di tumore e ti chiedesse di telefonare a tutti quelli che conosci per chiedere loro la stessa cosa, tu lo faresti o lo prenderesti per pazzo??
    questa è la stessa cosa solo che il mezzo non è il telefono ma la posta elettronica.

    non+autenticato
  • Concordo perfettamente con Emanuele: vedi, chi ha bisogno di questo tipo d'aiuto, può inviare tutte le e-mail che vuole, a tutti gli ospedali che vuole. Se arriva una e-mail a me, come la medesima, (e mi è arrivata) che posso fare oltre che inviarla a te o a mia sorella...? invece gli ospedali del mondo possono... Capito?
    Benedetto
    non+autenticato
  • Non sarei così assolutista nei concetti prima di aver toccato con mano la situazione di una famiglia che sta per perdere un figlio....ti invito a riflettere a cosa avresti fatto tu per salvare tua figlia-o....
    Ben vengano le azioni invasive se queste possono aiutare a salvare una vita...per lo spazio che occupano poi nei nostri dischi Sorride)
    P.A.
    non+autenticato
  • perfettamente d'accordo con P.A
    non+autenticato
  • hai un po di rispetto per chi ha perduto un bambino in un modo cosi doloroso...
    se ne sei in grado...

    > Forse bisognerebbe aumentare la pena per
    > questo reato.
    quale, quello dell'insensibilita umana ????? sono d'accordo...
    non+autenticato
  • Mi dispaice non mi trovo daccordo con voi... nessuno ha preso in cosiderazione la disperazione e l'anogscia dei genitori.. ma dico, voi avete figli?.. una bambina di due anni, sta morendo.. non c'è piu nulla da fare... e voi????ve ne saresti stati a gurdare?.. NOOOOOOOO.. non credo... qualsiasi possibilità ache remota, anche impossibile... io mi ci sarei aggrappata...
    Credo che non si debba vare pietà per voi che vi permettete di giudicare una situazione così dolorosa!

    Alice
    non+autenticato
  • > Mi dispaice non mi trovo daccordo con voi...
    se leggi meglio vedrai che abbiamo le stesse opinioni...
    non+autenticato
  • ma scherzi o fai sul serio? queste catene sono ASSOLUTAMENTE FASULLE !! vivono e si diffondono solo grazie a quelli che come te si commuovono nel sentire raccontare una storiella triste.
    ti pare che mandando una mail in giro a casaccio si trovino le cure per una malattia rara!!
    hai una vaga idea di cosa sia la ricerca scientifica? si spendono migliaia di migliardi nella ricerca sul cancro e noi cerchiamo le cure con la catena di sant'antonio?? i medici oncologi sono costantemente aggiornati su ogni possibile sviluppo e su ogni caso di guarigione che possa avere un interesse anche per altri malati, non c'è bisogno che questi fantomatici genitori si mettano a chiedere consigli a chissachi via email, se ci fosse qualche novità il primo a saperlo sarebbe senz'altro il medico e non l'amico dell'amico...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)