eBook per non vedenti da Microsoft

L'azienda sta progettando, insieme a Pulse Data International, dei nuovi device per la lettura di testi con interfaccia Braille. La novità maggiore, stando alle prime notizie, è nel prezzo, ridimensionato rispetto alle offerte sul mercato

Redmond (USA) - Anche Microsoft, che già investe pesantemente nel settore degli ebook, ha iniziato a lavorare nella "nicchia" degli ebook per non vedenti, strumenti hardware capaci di "tradurre" i testi in formati accessibili, come la sintesi vocale o il Braille.


Va detto che il settore dei device di lettura per non vedenti è da tempo al centro dell'attenzione di diversi produttori ma fino ad oggi il problema maggiore è rimasto il prezzo. Macchine di questo tipo, o comunque sufficientemente avanzate, possono arrivare a costare sul mercato americano fino a 15mila dollari. Microsoft conta di mettere in commercio uno strumento il cui prezzo finale si aggiri attorno ai 3-4mila dollari, anche se arriverà sul mercato non prima della prossima estate.
Uno dei vantaggi di BrailleNote accoppiato a Microsoft Reader, hanno detto le due aziende, risiede nella possibilità di fruire dei testi digitali appena vengono pubblicati. Oggi, invece, la ritardata pubblicazione di formati adatti ai convertitori Braille costringe chi li usa ad attese ben più lunghe, e solo una ridottissima parte dei titoli nelle librerie viene "convertito".

Proprio per contrastare quella che secondo le associazioni dei non vedenti si configura in molti casi come una discriminazione, lo scorso settembre il National Institute of Standards and Technology (NIST) ha presentato un reader per ebook che converte in Braille i testi digitali. Un gioiellino che costerà mille dollari una volta arrivato sul mercato e capace di convertire all'istante i documenti che vengono ricevuti dal computer a cui è connesso, di fatto consentendo anche la navigazione Web, almeno in quei siti che vengono realizzati con attenzione ai problemi di accessibilità.
TAG: hw