L'auto monta il chip emozionale

Le concept car sono sempre più zeppe di elettronica e quella di Toyota, Pod, sembra voler diventare la migliore amica del viaggiatore. Seducendolo. Ecco come

Tokyo (Giappone) - Se fra gli oggetti di culto degli italiani l'automobile occupa già stabilmente la prima posizione, chissà che succederà quando questa si trasformerà in una specie di KITT, la mitica auto del telefilm "Knight Rider", capace di dialogare con il viaggiatore, esprimere e capire emozioni, adattarsi al suo stile di guida e persino scodinzolare con l'antenna.

La concept car presentata al Tokyo Motor Show da Toyota e Sony segue questa direzione e integra caratteristiche tali da renderla capace di comprendere lo stato d'animo del suo "padrone" e di imparare dalle sue esperienze.

In Pod, questo il nome del prototipo di auto intelligente di Toyota, Sony ha cercato di portare nel mondo delle automobili la sua esperienza maturata nel campo dell'intelligenza artificiale, come quella implementata nei suoi robot da salotto, come Aibo o dal NeCoRo della Omron.
"Questa concept car sonda le potenzialità di comunicazione fra le persone ed i loro veicoli", ha scritto Toyota in un comunicato.

Pod è in grado di esprimere le proprie emozioni attraverso dei led colorati ed un display grafico: le luci saranno gialle o arancioni quando la CPU dell'auto è felice (ad esempio, per l'avvicinarsi del suo proprietario), blu quando è triste (gomma bucata o serbatoio a secco); rosso quando è allarmata o arrabbiata (comportamenti scorretti o imprudenti nella guida).

Come ogni auto degna di anticipare il futuro, anche quella di Toyota è completamente pilotabile e controllabile attraverso un sofisticato joystick che sostituisce in tutto e per tutto volante e pedali.

In modo simile a quanto fanno certi programmi di scacchi per valutare le mosse di un giocatore, Pod contiene dei dati pre-registrati appartenenti ad un guidatore esperto e, in base a questi, analizza lo stile di guida dell'attuale guidatore adattandovi diversi parametri dell'auto, fra cui la rigidità delle sospensioni o l'altezza dal suolo, e visualizzando sul display parole di elogio o di avvertimento.

Analizzando le pulsazioni e la sudorazione del guidatore, l'auto è poi in grado di stabilire lo stato emozionale e di salute del guidatore, aiutandolo nella guida o cercando di rilassarlo attraverso musica di sottofondo o immissione di aria fresca nell'abitacolo. E quando il padrone sembra di buon umore, la servile auto non manca di scattargli qualche foto ricordo. Che l'auto intelligente stia cercando di candidarsi a moglie perfetta?
TAG: ricerca
10 Commenti alla Notizia L'auto monta il chip emozionale
Ordina
  • Questa della possibilità di un chip elettronico di esprimere "emozioni" è una vecchia bufala irrealizzabile. Ovviamente i maghi del marketing più le sparano cretine e più fanno vendere.

    E' come quella dei computer neurali che imparano dall'esperienza e "funzioneranno come un cervello umano": il problema è che la macchina ragiona in 0 ed 1, gli mancano le sfumature. Per esempio, di fronte ad una certa situazione, un computer avrà sempre una scelta si ed una no, mentre un uomo ha sempre anche una NI (ed una SO). Non solo, ma due uomini, nella stessa situazione, possono dare risposte diverse. Il computer avrà sempre la medesima risposta, che poi dipenderà da come lo si è programmato!

    E' sempre utile ricordarsi la mitica definizione di computer: uno "stupido veloce".

    Saluti.
    non+autenticato
  • Osservando il comportamento di chi acquista un prodotto "tocnologico" è facile scoprire che spesso le vere caratteristiche tecniche (a volte nemmeno ben conosciute dal venditore stesso) sono l' ultimo dei parametri di scelta. Ciò che conta è principalmente l' aspetto, certamente il prezzo e poi vengono le opzioni stravaganti, che spesso nulla hanno a che fare con il vero utilizzo del prodotto, ma che impressioneranno amici e conoscenti che resteranno stupefatti davanti alla "creatura".
    Non è l' esisenza di queste "creature" a dover far riflettere (tutto sommato sono oggetti divertenti, simpatici, non violenti, etc.) ma l' uso improprio, soprattutto per le automobili, ed il senso di FALSA sicurezza che possono indurre.
    Non molto tempo fa mi è capitato di discorrere con un conoscente di un suo incidente, per fortuna senza conseguenze per le persone. Il suo problema non era tanto quello dell' accaduto ma il fatto che la sua macchina aveva l' ABS e per questo doveva essere sicura.
    Buon viaggio a tutti.
    non+autenticato
  • Spero almeno che il cuore informatico di queste future macchine non sia mosso da SO e/o applicazioni che durante una situazione di emergenza se ne esca fuori con "il modulo *çò§x
    ha eseguito un'operazione non valida..il sistema e' diventato instabile..now rebooting"... durante una frenata in curva sul bagnato diventerebbe un problema Occhiolino
    non+autenticato
  • come si comporterà l'auto? scene di gelosia?Con la lingua fuori

    non+autenticato
  • :))))
    non+autenticato


  • - Scritto da: Ombra
    > come si comporterà l'auto? scene di gelosia?
    > Con la lingua fuori
    >

    in linea di principio dovrebbe mettere nusica romantica, abbassare i sedili, oscurare i vetri, scattare qualche foto ricordo e aprire il cassettino contenente i preservativi...Occhiolino
    kitt vieni a prendermi!!
    ilmig
    non+autenticato
  • - Scritto da: mig
    > - Scritto da: Ombra
    > > come si comporterà l'auto? scene di
    > gelosia?
    > > Con la lingua fuori
    > in linea di principio dovrebbe mettere
    > nusica romantica, abbassare i sedili,
    > oscurare i vetri, scattare qualche foto
    > ricordo e aprire il cassettino contenente i
    > preservativi...Occhiolino

    Ma dopo la devi portare al lavaggio auto e a fare un bel cambio olio per evitare che racconti tutto a tua moglie.
    non+autenticato
  • Pensa se, invece, le installano il senso della legalità e usa il tuo cell. per avvertire la "buoncostume"... in fondo sono atti osceni in luogo pubblico.

    (Ma quando esco di galera la lascio per strada durante una manifestazione di black block e sto lì a godermi le sua urla di terrore.... ehehehe.)

    Che storia, se le danno una personalità configurabile.. vuoi mettere salire in macchina al mattino e invece del freddo contagiri dire
    "Ciao Samanthah".... eheheh...

    Saluti,
           Ryo Takatsuki
    "Attenzione, il modulo "autista32.dll" ha eseguito un'operazione non valida e sarà terminato, si prega di premere contemporanemente il joystick per accelerare, il comando della freccia a dx e il pulsante di disinserimento della cintura di sicurezza posteriore sinistra per riavviare."
    Screeeek.....
    non+autenticato


  • - Scritto da: Ombra
    > come si comporterà l'auto? scene di gelosia?
    > Con la lingua fuori
    >
    Proprio come nel film "Christine" beceramente sottotitolato "La macchina infernale" dalla distribuzione italianaSorride
    non+autenticato