Bertelsmann gioca con Napster

La piattaforma spogliata del peer-to-peer passa da qui a là

Roma - Bertelsmann ha confermato che utilizzerà la piattaforma di distribuzione musicale sviluppata da Napster secondo le direttive della major, che ne controlla i destini, anche per la sua "BeMusic".
BeMusic, proprio come Napster, è controllata da Bertelsmann eCommerce Group che controlla a sua volta BMG Direct, CDNOW ed altre imprese. Con questa operazione di "licenze incrociate", dunque, Bertelsmann si è autorizzata a sfruttare una tecnologia che ha fatto sviluppare...

Napster oggi è una piattaforma che ha cancellato ogni ipotesi di peer-to-peer, cioè di scambio di file tra utenti ed è un sistema che secondo l'azienda consente di vendere musica online riconoscendo ad autori e produttori le percentuali di guadagno legittime per ogni pezzo scaricato o acquistato dai fruitori. Secondo Bertelsmann, la piattaforma di Napster consentirà di distribuire musica ad un pubblico potenziale di 23 milioni di abbonati, gli attuali clienti di BeMusic.

Per conoscere Bertelsmann più da vicino clicca qui.
4 Commenti alla Notizia Bertelsmann gioca con Napster
Ordina