Speciale/ Play2 e promesse da marinaio

Provata la nuova Play ed emerge qualche difettuccio di troppo, un paio di gaffe produttive e una limitazione DVD che poteva essere risparmiata. Ecco i dettagli di quanto accade in Italia dopo il deludente lancio della nuova console Sony

Speciale/ Play2 e promesse da marinaioRoma - Venerdì scorso la Playstation 2 ha fatto finalmente il suo ingresso in Italia e nel resto dell'Europa. E ' ormai probabile che non siano più all'oscuro dell'evento nemmeno cani, gatti, pesci rossi e altre bestioline abituate ad addormentarsi davanti ad una TV accesa.

La PS2, come d'ora in poi converrà chiamarla per brevità, era già un evento prima ancora di sbarcare in Occidente, segno che Sony ha lavorato bene col marketing. Un evento che nemmeno i nostri telegiornali si sono voluti perdere, dedicando alla console uno spazio tutt'altro che esiguo e, a memoria, il più ampio mai riservato ad un oggetto "videoludico".

E dunque, qual è stata l'accoglienza riservata al nuovo gioiellino di Sony da parte dei player nostrani? Sicuramente calorosa, come c'era da aspettarsi: code anche di ore davanti a negozi e supermercati, qualche sacco a pelo a fare da ornamento alle vetrine natalizie e newsgroup dedicati alla console subito stracolmi di messaggi di ogni genere.
Ma se la PS2 si sta avviando a divenire un must-have per moltissimi videogiocatori e non soltanto, a rovinare la festa (di Natale) rimane sempre il fattore "quantità": come si è già scritto, infatti, le PS2 che raggiungeranno l'Italia, almeno per quest'anno, saranno soltanto 100.000, e in questa tornata si calcola non siano state più di 20.000.

Riguardo a queste cifre in realtà c'è un po ' di confusione, e del resto non ci è ancora stato possibile contattare Sony Computer Entertainment Italia per una versione ufficiale. Alcune risorse videoludiche on-line sosterrebbero che le unità vendute dal giorno del lancio (e dunque pressoché la quasi totalità delle PS2 giunte fino ad ora nel nostro paese) non supererebbero le 7.000, una cifra che altre fonti (forse più attendibili) hanno però ridimensionato a circa 25.000.

Del resto, fonti ufficiose sostengono che il numero totale di PS2 sbarcate in Europa non superi le 140.000 unità, una cifra che se confermata si porrebbe addirittura al di sotto di quanto recentemente promesso da Sony in concomitanza con l'annuncio dei problemi produttivi. In tutto Sony conta di riversare sul mercato europeo mezzo milione di PS2 prima di Natale, fra cui quasi un terzo saranno destinate al solo mercato britannico.

La fornitura di console ai rivenditori avverrà comunque a scaglioni, e da qui a Natale ne sono previsti almeno due: il primo dovrebbe arrivare sul mercato già questo venerdì, mentre il prossimo è atteso per venerdì 12 dicembre. Ma non è escluso che ve ne sia anche un terzo, fissato probabilmente in prossimità di Natale.

Quello che si sa di certo è che la PS2 non sarà disponibile in quantità prima del prossimo marzo, pertanto chi non ha intenzione di piazzarsi all'alba davanti al proprio rivenditore di fiducia è avvertito: l'attesa non sarà breve.
TAG: mercato