Il GPRS piegato al gaming wireless

Giocare in Rete o contro il computer sfruttando il telefonino GPRS. C'è questo dietro il primo gioco di Picofun dedicato al gaming via WAP e GPRS, in anticipo sulla partenza della nuova tecnologia wireless

Roma - Giocare col telefonino non è una gran novità ma è una novità poterlo fare sfruttando la velocità di trasporto dati wireless della tecnologia GPRS per giocare in rete con altri o contro il proprio computer. Su questo si è lanciata Picofun, softwarehouse specializzata nel settore che ha appena lanciato Fight Arena.

Fight Arena, racconta l'azienda, "è un gioco di lotta dove il gamer può giocare sia contro un altro utente online o contro uno dei personaggi gestiti dal computer e disponibili in qualsiasi momento".

Lo scopo del gioco è incrementare le capacità di lotta del proprio personaggio, cosa che si ottiene vincendo gli scontri e migliorando dunque il proprio livello. Per aumentare più rapidamente le qualità del proprio "fighter", il giocatore non deve limitarsi a scontri con il solo computer. "Chi vince meglio e di più - dicono quelli di Picofun - può ottenere il primo posto nella classifica".
Sì, perché per promuovere il gioco e trasformarlo in un cult il più rapidamente possibile, l'azienda pensa a mega-tornei capaci di coinvolgere il maggior numero possibile dei futuri utenti GPRS. E la classifica dei più bravi si trasforma dunque in un interessante strumento di marketing. E dunque sul sito dedicato sono presenti non solo le regole di gioco ma anche i personaggi con le loro caratteristiche, le classifiche, le statistiche e via dicendo.

Per giocare è dunque necessario disporre di tecnologie WAP su connettività GPRS, ormai alle porte.