UAO! In vendita l'ID di Mitnick

La card di identificazione che l'ex hacker ha utilizzato in cella è riapparsa in una asta online. Cacciato dal sito di eBay, Mitnick l'ha fatta tornare online su un sito olandese. I rilanci arrivano a 1400 dollari

Web - Kevin Mitnick ci è riuscito. Dopo la censura di eBay, che gli aveva impedito di mettere all'asta la sua card di identificazione utilizzata mentre era dietro le sbarre, il giovane hacker è riuscito comunque ad [offrirla[http://www.dutchbid.com/listings/details/index.cfm?itemnum=975200478] sulla Rete, sul sito olandese di Dutchbid.

Con un banner rotante che annuncia "World's Famous Hacker", la pagina dell'asta di Mitnick, formalmente gestita dal padre, visto il divieto per Kevin di mettersi al computer e navigare online, ha per il momento attirato un paio di offerte che hanno portato l'asta a quota 1.400 dollari americani.

Stando a Dutchbid, a proposito della censura subita dai siti d'aste negli States, Mitnick avrebbe detto: "Mi sorprende che questi siti possano censurare gli oggetti di Kevin Mitnick e poi consentire la vendita di oggetti nazisti. Sembrerebbe che la promozione di oggetti dell'odio faccia parte degli standard del vivere comune. Dio perdoni chi consente ad un ex hacker di vendere la sua card di identificazione penitenziaria".
A chi si aggiudicherà la card, all'asta ancora per 8 giorni e mezzo, verrà anche offerto un adesivo "Free Kevin" autografato da Mitnick...