Loki: scocca l'ora dei Linuxgames

In una intervista gli sviluppatori della Loki Software spiegano le difficoltà del porting di un noto videogame sulla piattaforma open source. A cura di Manrico Corazzi

Web (internet) - Loki Software: probabilmente non ne avete ancora sentito parlare, ma se siete appassionati di videogame e di Linux, sappiate che tra poco non potrete più farne a meno. Infatti questo gruppo di sviluppatori sta compiendo una titanica impresa di porting dei più bei giochi del momento per il vostro sistema operativo free preferito! Bando alle librerie ibride e amorfe, ai sistemi operativi pieni di orpelli inutili e che lasciano falle nella sicurezza di rete: è venuto il momento di giocare sul serio.

Chi sa che, trainato dal fenomeno dei videogame, anche Linux finalmente conquisti il pubblico degli appassionati e entri nelle case di tutti. Dalla Loki già in distribuzione: Civilization, Call to Power, Heroes of Might and Magic III, Heretic II. E sono aperte le prenotazioni per un'edizione speciale di QuakeIII: Arena per Linux di cui la Loki si è accaparrata la distribuzione. Grazie alla cortesia di Kayth Sornaydo sono riuscito ad ottenere un'intervista esclusiva e due fulgidi esempi del loro lavoro: Myth2: Soulblighter e Transport Tycoon II Gold Edition.

Punto Informatico: Presentaci (informalmente) il team di sviluppo, i programmatori...
Kayth Sornaydo: Scott Draeker, il presidente e fondatore, era un avvocato civile nella sua vita passata. Sam Lantinga, il nostro programmatore capo, è anche autore di SDL. Abbiamo sei altri programmatori provenienti da tutto il mondo, e tutti si sono trasferiti nell'assolata California del Sud (dove la temperatura si aggira intorno ai 15-20 gradi durante tutto l'anno... sigh... NdA)