MSN.com ora tollera anche Opera

Il portale è nuovamente accessibile con i browser alternativi, come Opera e Mozilla. Molte le polemiche

Oslo - Dopo il vespaio degli scorsi giorni, MSN.com sembra abbia deciso di "tollerare" l'esistenza di quei browser cosiddetti "alternativi" attraverso cui, negli scorsi giorni, non era possibile accedere al sito.

Il problema è nato all'inizio della scorsa settimana, quando il portalone di Microsoft ha introdotto alcuni cambiamenti, sia nel look che nella struttura interna delle pagine, che impedivano agli utenti di alcuni browser non Microsoft, fra cui Opera, Mozilla e Amaya, l'accesso al portale. Qualcuno ha segnalato che persino con le ultimissime versioni di Netscape poteva divenire impossibile accedere ad alcune aree del sito, fra cui le versioni personalizzate di "My MSN".

Se molti hanno reputato questo fatto già di per sé molto grave, soprattutto considerando che MSN.com figura fra i primi 3 siti più "trafficati" degli USA, non sono pochi coloro che hanno giudicato del tutto intollerabile che il noto portale deviasse gli utenti che non riuscivano ad accedere al servizio verso una pagina Web in cui li si invitava a scaricare Internet Explorer.
Microsoft si è difesa sostenendo che Opera, il browser più diffuso sulla piazza dopo IE e Netscape, non offre il "supporto all'ultimo standard XHTML", un fattore che, stando ad un portavoce dell'azienda, "potrebbe seriamente degradare le prestazioni e impedire la corretta visualizzazione delle pagine".

Dopo le molte critiche, lo scorso fine settimana MSN.com ha fatto retromarcia e ha annunciato che il portale è ora in grado di supportare gli utenti di Opera 5.0 e di altri browser alternativi. In risposta a questo annuncio, Opera Software ha pubblicato un comunicato in cui sostiene che "l'improvviso cambiamento di Microsoft è arrivato dopo le reazioni ostili riportate dai media e provenienti da molti utenti Opera". Sarebbe d'altra parte strano per Opera Software non balzare sull'occasione promozionale che le si è parata dinanzi.

Jon S. von Tetzchner, CEO di Opera, si è difeso dalle accuse avanzate da Microsoft sostenendo che "il supporto dello standard XHTM in Opera è della massima qualità. Infatti Opera è internazionalmente acclamato e rinomato per la sua stretta conformità con tutti gli standard Internet internazionali". Tetzchner ha poi rilanciato l'accusa al mittente giudicando i richiami di Microsoft agli standard come "assolutamente ironici", e questo alla luce del fatto che, secondo il boss di Opera, è proprio Microsoft quella che sembra farsi beffe degli standard approvati dal W3C.

"Chiunque - ha detto Tetzchner - può andare al servizio di verifica di conformità del W3C, presso http://validator.w3.org/, e digitare www.msn.com. Il rapporto generato dimostra chiaramente che non un solo documento nel loro sito aderisce alle specifiche del W3C, e molti dei loro documenti non usano per nulla l'XHTML, come ad esempio http://careers.msn.com/".

Tetzchner sostiene che non è la prima volta che Microsoft tenti di lasciare fuori dalla porta gli utenti di Opera, a dimostrazione del fatto che il big di Redmond avvertirebbe ormai questo browser come una minaccia. Ma è davvero così?
TAG: mondo
37 Commenti alla Notizia MSN.com ora tollera anche Opera
Ordina
  • prima incominciano a non funzionare piu` gli altri browser poi gli altri sistemi operativi:
    http://www.macitynet.it/macity/aA07136/index.shtml
    infine tutti i server microsoft faranno passare solo richieste di chi usa windows XP e IE,
    a quel punto chi usera` un computer (MS) dovra` pagare tutto e salato quello che finora ha creduto di aver avuto gratis
    non+autenticato


  • - Scritto da: Pietro
    > prima incominciano a non funzionare piu` gli
    > altri browser poi gli altri sistemi
    > operativi:
    > http://www.macitynet.it/macity/aA07136/index.
    > infine tutti i server microsoft faranno
    > passare solo richieste di chi usa windows XP
    > e IE,


    Sta agli utenti capirla.
    Girando alla larga da siti come quelli.
    Personalmente, quando incontro un sito che da problemi con Opera, se sono di buon umore (o il sito si presenta _veramente_ interessante) gli dedico un secondo tentativo con Netscape.
    Altrimenti (o se va male anche con Ns) quel sito è definitivamente cancellato dalle mie future navigazioni.


    > a quel punto chi usera` un computer (MS)
    > dovra` pagare tutto e salato quello che
    > finora ha creduto di aver avuto gratis

    no credo che sarò fra quelli.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Salkaner

    > Altrimenti (o se va male anche con Ns) quel
    > sito è definitivamente cancellato dalle mie
    > future navigazioni.

    Se possibile, io faccio seguire una mail di insulti al webmaster ,e una ai contatti commerciali che segnala come purtroppo abbiano perso un potenziale cliente.
    non+autenticato
  • Tentando di accedere a Passport con Mozilla 0.9.5, ecco il messaggio che si riceve:

    «La versione del browser Web in uso non è più supportata da Microsoft® .NET Passport. Effettua l'aggiornamento a un browser Web più recente quale Microsoft Internet Explorer versione 4.0 o successive o Netscape Navigator versione 4.8 o successive.»

    Alla faccia!
    Complimenti a Microsoft, si distingue sempre.
    O c'è della malafede (ed è difficile dubitare che non sia così), o i suoi tecnici si sono diplomati al Cepu, e di Web, di usabilità, di accessibilità non capiscono una emerita sega. Farebbe sorridere se accadesse nel sito di qualche newbie che si diletta con html, ma non fa più ridere quando capita su uno dei servizi più sfruttati al mondo, che con XP farà un ulteriore passo avanti in quanto a popolarità.

    Il classico "utente medio", se mai dovesse usare un browser differente per visitare queste pagine, crederà di avere tra le mani un prodotto antiquato e di scarsa qualità, quando invece...

    Tutto perché la gente si fida di Microsoft, sembra incredibile a dirlo, ma si fida di quello che dice Microsoft...

    Ma quand'è che si prenderanno la smerdata che si meritano?

    Non è per le classiche ripicche pro/contro, ma se c'è qualcuno che fino adesso è passato indenne sotto le smerdate che meritava, è proprio Microsoft.
    non+autenticato

  • sono come quelli che cambiano le regole perché non sono capaci di usarle, non perché sono inadeguate per tutti.

    non+autenticato
  • Konqueror, per chi non lo sapesse, e' un potente browser inserito nel desktop environment KDE (www.kde.org); pur essendo un prodotto potente e' ancora in via di sviluppo, per quanto abbia raggiunto una buona stabilita'.
    Con Konqueror allo stato attuale delle cose non e' possibile accedere direttamente ai siti communities.msn.it/quarcheccosa. Questo perche' l'ingresso a MSN e' vincolato al passaggio per Passport, che e' un servizio di autenticazione e come tale e' criptato.
    E' noto che Konqueror ha avuto qualche problema con le proprie librerie SSL, ma tutto questo sembra attualmente superato, dal momento che QUALUNQUE ALTRO SITO in https e' perfettamente visibile (non li ho testati tutti, ovviamente, ma per quelli su cui ho verificato siamo al 100?).
    Volete sapere una cosa curiosa? Se invece di andare su communities fate login a partire da www.hotmail.com e chiedete di mantenere la connessione Passport aperta per tutti i siti che usano questa certificazione, dopo l'ingresso in hotmail potete "spostarvi" sulle communities e riuscire ad accedervi...
    MA chi scrive il codice di questi siti? Topolino? In ogni caso sono grato a Microsoft per questa disattenzione (bug?): cosi' almeno posso continuare ad utilizzare i loro servizii anche da Linux.
    non+autenticato
  • C'è anche da dire che accedendo a MSN.it ci si trova davanti anche contenuti coi controç@%%|...

    Articolo su Clarence di qualche tempo fa: http://www.clarence.com/contents/tecnologia/noiapo...

    fa riferimento a questo: http://content.communities.msn.it/PTourMilano/ilda...

    tutto vero, potete controllare (con Explorer naturalmente)
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)