Quella flat di Aruba

Il primo giorno la connessione era una vera manna, correva come poche. Dal secondo giorno è giunta l'odissea. Una lettera scelta tra le molte che segnalano problemi con la flat di Aruba

Web - Cari amici di Punto Informatico, quando si parla di Flat-rate, purtroppo, si parla quasi sempre di problemi. Anche nel mio caso è così.

Ho acquistato 3 mesi di flat da aruba.it, 180.000 lire. Niente di particolarmente dispendioso, tenendo conto che per lavoro io sto connesso circa 5 ore al giorno. Enorme risparmio dunque? No, se considerate che questa mail ve la sto scrivendo usando Tin.it!

Da quando mi è stato attivato l'account, un solo giorno sono riuscito a navigare veramente con soddisfazione, il primo: veloce, affidabile, linea presa subito. Una manna insomma. Da allora, invece, linee difficili da prendere, connessioni "contentino", nel senso che si è connessi ma è come se non lo si fosse perché nulla si smuove. Oggi, addirittura, non sono mai riuscito a prendere la linea.
Credo che quest'altro grave disservizio, fornito tra l'altro da una società che di facciata sembra così ben organizzata, dimostri una volta di più la mancanza di serietà che contraddistingue i nostri provider. Ma costa tanto attrezzarsi PRIMA di lanciare un servizio, e non mano mano? Non pagano forse degli esperti appunto per capire quell'offerta che stanno per lanciare a quanta gente interesserà? Perché cadono sempre dalle nuvole con frasi di scusa evasive del tipo "siamo mortificati ma non ci aspettavamo così tante richieste"? E allora che avete bombardato a fare il web con la vostra pubblicità, per sport?

Una curiosità: sarebbe stato certo più carino utilizzare il loro apposito forum, da poco inaugurato, per esporre le mie rimostranze. Ironia della sorte, non dà segni di vita neanche lui. Con stima,

Dario Folchi

Caro Dario, abbiamo già cercato Aruba per chiedere un intervento sulle numerose segnalazioni che sono giunte in redazione in queste settimane. Rimaniamo fiduciosi di ospitare prossimamente un commento dell'azienda su questi problemi.
TAG: italia