Domini .mu, la nascita di un mito?

L'imprenditore che vende i domini delle Isole Mauritius ha già piazzato 400mila domini .cc delle Cocos Islands. Sostiene che i .mu sono roba da giovani perché i .com sono per i vecchi. Domini musicali venduti in bikini

Roma - Trasformare un'anonima estensione di dominio Internet in un cult: questo l'obiettivo che si ripropone il vivacissimo gestore in esclusiva della vendita dei domini.mu, quelli che appartengono alle Isole Mauritius.

Che significa.mu? Naturalmente significa music, cioè musica, e il target dei nuovi domini aspiranti cult è un target giovane, "perché i.com - spiega l'intraprendente David Sams - sono roba da vecchi", mentre i.mu sono adatti per tutti i fan del "rock and roll" tra i 18 e i 24 anni.

Chi si reca sul sito delle registrazioni, www.dot.mu, viene immediatamente reindirizzato su www.hot.mu, nome di dominio più adatto per piazzare "domini caldi". Talmente hot invece di dot, che i domini vengono venduti circondati da procaci ragazze che in bikini o in abiti succinti decorano le pagine suggerendo l'acquisto.
Un dominio.mu costa 50 dollari all'anno e con altri 5 dollari si può acquisire un secondo dominio.mu con il proprio nome. I 5 dollari, spiega Sams, servono solo alla verifica che il nome della persona che acquista il dominio personale corrisponda al nome di dominio richiesto.

Con ogni probabilità Sams sa quello che sta facendo. Basti pensare che è riuscito a piazzare finora 400mila domini.cc, estensione che appartiene alle Cocos Islands. Non è escluso che i.mu divengano popolari quanto i.tv dell'Isola di Tuvalu o i .ws delle Samoa.
TAG: domini