Rilasciato il Player per applicazioni AmigaDE

Amiga Inc. immette sul mercato il nuovo mattone del suo Digital Environment

Roma - Amiga Inc. ha annunciato la disponibilitÓ del Player per le applicazioni dell?Amiga Digital Environment, il nuovo ambiente digitale indipendente dal dispositivo su cui funziona attualmente in fase di sviluppo. Il Player Ŕ per il momento disponibile per Windows e Linux, ma prossimamente sarÓ rilasciato anche per WinCE, PocketPC, EPOC e PalmOs. Il player permette di eseguire tutte le applicazioni scritte per AmigaDE all?interno del sistema operativo che lo ospita, senza dover tenere conto su quale macchina o su quale dispositivo debba funzionare.

A dimostrazione di ci˛, sul sito dedicato all?AmigaDE, si fa vedere che le applicazioni funzionanti sul PDA Zaurus, commercializzato da Sharp ed adottante AmigaDE, funzionano senza problemi anche sui vari player. I comunicati relativi ed una prova su strada del player sono disponibili sul sito di Quantum Leap.

Contemporaneamente Ŕ stato annunciato dalla Eyetech il ritardo dell?uscita delle nuove macchine AmigaOne e della nuova release dell?AmigaOS 4.0, originariamente previsti per inizio novembre, all?inizio del prossimo anno.
TAG: sw
10 Commenti alla Notizia Rilasciato il Player per applicazioni AmigaDE
Ordina
  • E' : quale pensano che sia il target di questo prodotto, a parte i nostalgici intendo.
    non+autenticato
  • Ciao GrayLord, scrivi:

    > E' : quale pensano che sia il target di
    > questo prodotto, a parte i nostalgici
    > intendo.

    Tutti coloro che vogliono usare le stesse applicazioni sia sui PDA che sui desktop (per ora).
    Ciao
    non+autenticato
  • Se vi piaceva il Directory Opus sappiate che e' uscita la versione per linux, perfetto, idendico all'originale su amiga.

    Spero che continuino a portare roba da Amiga a linux; il workbench sarebbe il massimo.
    non+autenticato
  • Se vi piaceva il Directory Opus sappiate che e' uscita la versione per linux, perfetto, idendico all'originale su amiga.

    Spero che continuino a portare roba da Amiga a linux; il workbench sarebbe il massimo.
    non+autenticato
  • Cioe'.. uno deve pagare per provare una preview-technology?
    Bella mossa per incoraggiare eventuali interessati a DE..
    La sindrome del Tafazzi passa anche dalle parti di Amiga..

    Ennesima noterella a margine: perche' continuare a sfruttare il glorioso nome di Amiga per cose che con Amiga non hanno piu' nulla a che vedere?
    non+autenticato
  • Ciao *.* (chi sei? un file qualsiasi Sorride ). Scrivi:

    - Scritto da: *.*
    > Cioe'.. uno deve pagare per provare una
    > preview-technology?
    > Bella mossa per incoraggiare eventuali
    > interessati a DE..

    Veramente NON e' una prewiew. E' un dispositivo per poter far funzionare i programmi scritti per AmigaDE sotto questi sistemi operativi. Serve sia per chi vuole provare i programmi in questione che successivamente per chi li vorra' far funzionare senza installare sul suo computer tutto il DE.

    > Ennesima noterella a margine: perche'
    > continuare a sfruttare il glorioso nome di
    > Amiga per cose che con Amiga non hanno piu'
    > nulla a che vedere?

    Primo perche' la societa' e' Amiga Inc., secondo perche' con Amiga classico avranno a che fare, poiche' i server privilegiati per coordinare i dispositivi DE avranno come OS AmigaOS.
    Ciao
    non+autenticato
  • Terzo perché AmigaDE dovrebbe ereditare lo spirito di innovatore di Amiga.
    Maggiori dettagli su Quantum Leap: http://ql.programmazione.it
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pietro Bianchi
    > Ciao *.* (chi sei? un file qualsiasi Sorride
    Esatto Sorride)
    uno qualunque Sorride

    > Veramente NON e' una prewiew. E' un
    > dispositivo per poter far funzionare i
    > programmi scritti per AmigaDE sotto questi
    > sistemi operativi. Serve sia per chi vuole
    > provare i programmi in questione che
    > successivamente per chi li vorra' far
    > funzionare senza installare sul suo
    > computer tutto il DE.
    Be' ma da che mondo e' mondo per applicativi (virtual machine?) del genere si rilascia una demo, giustamente limitata, ma mi sembrerebbe carino nei confronti di chi vuol provare qualcosa prima di acquistarla.
    E poi non sarebbe stato piu' sensato far scaricare gratuitamente la virtual machine agli utenti e far pagare il kit di sviluppo agli sviluppatori?
    Ma si sa, nel mondo Amiga tutto deve funzionare al rovescio..

    > Primo perche' la societa' e' Amiga Inc.,
    > secondo perche' con Amiga classico avranno > a che fare, poiche' i server privilegiati
    > per coordinare i dispositivi DE avranno
    > come OS AmigaOS.
    > Ciao
    Seriamente: credi che gli Amiga classici possano ancora avere un mercato?
    E se fossi un sysadmin di un grosso CED saresti tranquillo sapendo che sulle tue macchine gira un SO che nel 2001 e' tecnologicamente obsoleto e con grosse limitazioni?

    Ciao
    *.* (ex amighista)
    non+autenticato
  • Ciao *.* file qualsiasi, scrivi:

    > > Veramente NON e' una prewiew. E' un
    > > dispositivo per poter far funzionare i
    > > programmi scritti per AmigaDE sotto
    > questi
    > > sistemi operativi.
    > Be' ma da che mondo e' mondo per applicativi
    > (virtual machine?) del genere si rilascia
    > una demo, giustamente limitata, ma mi
    > sembrerebbe carino nei confronti di chi vuol
    > provare qualcosa prima di acquistarla.

    Spesso si. In questo caso hanno deciso di no.

    > E poi non sarebbe stato piu' sensato far
    > scaricare gratuitamente la virtual machine
    > agli utenti e far pagare il kit di sviluppo
    > agli sviluppatori?

    Se non hai problemi finanziari, si...

    > Ma si sa, nel mondo Amiga tutto deve
    > funzionare al rovescio..

    Perche', nel resto dell'informatica? Occhiolino

    > Seriamente: credi che gli Amiga classici
    > possano ancora avere un mercato?

    DIpende da cosa intendi per Amiga Classici. Se intendi le macchine vecchie no. Se intendi delle nuove macchine con componenti standard con l'OS aggiornato si.

    > E se fossi un sysadmin di un grosso CED
    > saresti tranquillo sapendo che sulle tue
    > macchine gira un SO che nel 2001 e'
    > tecnologicamente obsoleto e con grosse
    > limitazioni?

    Dicevano cose simili anche di Linux...
    Comunque, quando sara' finito il processo di aggiornamento in atto, AmigaOS non sara' ne obsoleto (per molte cose non lo e' nemmeno ora, anzi) ne limitato.
    E poi attento a non confondere l'OS con il DE, sono due cose distinte e separate.

    > *.* (ex amighista)

    Perche' da ex non torni tale? Prenditi un emulatore tra quelli disponibili e riprova a vedere come va'. Occhiolino
    Ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pietro Bianchi
    > Se non hai problemi finanziari, si...
    Allora temo che il processo virtuoso piu' utenti -> piu' applicazioni -> piu' utenti... fara' molta fatica ad instaurarsi..
    la concorrenza e' agguerrita.

    > > Ma si sa, nel mondo Amiga tutto deve
    > > funzionare al rovescio..
    > Perche', nel resto dell'informatica? Occhiolino
    Hehe..

    > DIpende da cosa intendi per Amiga
    > Classici.
    > Se intendi le macchine vecchie no. Se
    > intendi delle nuove macchine con
    > componenti
    > standard con l'OS aggiornato si.
    Macchine con processori X86, slot PCI e cosi' via?
    Ma allora ti ritrovi l'ennesimo clone PC sul quale gira l'ennesimo SO.. che vantaggio c'e'?

    > Dicevano cose simili anche di Linux...
    > Comunque, quando sara' finito il processo > di
    > aggiornamento in atto, AmigaOS non sara'
    > ne
    > obsoleto (per molte cose non lo e' nemmeno
    > ora, anzi) ne limitato.
    Lo spero bene.. ovviamente davo di "obsoleto" ad AmigaOS 3.5-3.9(l'ultimo che ho visto..), restyling dell'ottimo 3.0.. ottimo, ma pur sempre del 1992..

    > E poi attento a non confondere l'OS con il
    > DE, sono due cose distinte e separate.
    Lo so , lo so.. DE e' un layer software (una virtual machine appunto) che gira su un sacco di macchine e nella quale possono girare applicativi universali.. una sorta di Java ammodernato.

    > > *.* (ex amighista)
    > Perche' da ex non torni tale? Prenditi un
    > emulatore tra quelli disponibili e riprova > a vedere come va'. Occhiolino
    > Ciao
    Be'.. come si dice.. Amighista once, Amighista forever Occhiolino
    il primo amore non si scorda mai, e il mio A1200 ha ancora un posto d'onore sulla scrivania, connesso in rete col PC.. ma ora convivo felicemente con Linux Sorride
    non+autenticato