Giuda.com/ Videotelefonino 3G, Carnevale a Tokyo

Dal sito della satira, un giorno di ordinaria follia dopo l'ingresso in Giappone della telefonia mobile di terza generazione

Roma - La società giapponese leader nella telefonia, la NTT DoCoMo, entra finalmente sul mercato con il primo servizio al mondo per telefoni cellulari di terza generazione: il Giappone è in festa, c'è da scommetterci. E' ancora una volta un "telefonino" a fare clamore, quella cosa a cui non abbiamo saputo dare un nome più decoroso, il videotelefonino che da almeno 20 anni litanie esiziali di film di fantascienza molto insipidi vedono schizzare dalle tasche insieme a macchine del tempo e tutù demodé. I primi fortunati proprietari di "3G" potranno navigare in Internet (interessante novità, dopo il provvisorio fallimento mondiale della tecnologia Wap) e soprattutto vedere la persona con cui amano grattarsi nelle pause, al limite rivedere per la centesima volta Strangedays o qualche incanto un po' peggiore, ascoltare mp3, le solite cose tutte in un solo pasticcio.

Presto sarà invasa pure l'Europa. Tutto ciò è bellissimo. Grazie ai Beati Goliardi dello Scherzo Telefonico In Italia pare che la produzione di passamontagna darà lavoro a 10.000.000 di persone e che il Pil aumenterà fino a superare otto volte in altezza la casa fortezza di zio Paperone. Con il parallelo diffondersi nei prossimi dieci anni del telelavoro, manager e segretarie andranno vestiti come Woody Allen in una delle sue più celebri cerimonie allo specchio, dall'ombelico al sopracciglio di tutto punto e nulla di sotto, se non si vede non serve, sperando che per accidente il telefonino non voli ad inquadrare biancherie intime e triviali.

Nel frattempo si vanno rinnovando le obsolete società di sicurezza e le agenzie investigative tutte, passati i tempi degli scanner di frequenza cominciano i finti sondaggi telefonici ad orari inopinati su numeri di telefono di presunti coniugi spergiuri. Non sarà più un mugolio nascosto male a tradire il fedifrago, ma la fretta con cui si darà un'aria di serietà farfugliando banalità dislessiche e irripetibili mentre l'amante discinta e logorata dall'attesa attraversa noncurante il campo visivo del cellulare intonando Fausto Papetti.
Negli Stati Uniti, che non saranno risparmiati dal nuovo prodigio multimediale, la società giapponese prevede un successo straordinario ma non ha ancora deciso quando e come mettere sul mercato il prodotto per la difficoltà nell'accordo con l'NSA e la Microsoft: bisognerà aggiornare Echelon e non si può lasciare nulla al caso e d'altra parte non ci si può permettere che un'interferenza porti per disavventura sul display sbagliato George Bush Junior scamiciato mentre chiede lumi a Rumsfeld sul come e perchè il rasoio intelligente che avrebbe dovuto tagliare al volo il pizzo di Bin Laden e decapitare così il fondamento ideologico della forza del terrorismo, sia finito in un albergo ed abbia fatto scempio indifferenziato delle basette di gruppi punk e giornalisti old fashion.

E' molto probabile che il cattivo gusto che segue spesso la logica del guadagno faccia vittime un po' ovunque, forse vedremo un telesalvalavecchietta con tante morti in diretta dall'ospizio (poi riciclabili per format stile grandefratello) e medici arrivati due minuti in ritardo, ma un consenso senza precedenti avranno servizi come il vecchio 166 con prassi rivedute e prevedibili, sempre che all'acme della "passione" un avviso di chiamata non ci teletrasporti nell'aula di un tribunale.

Giuda.com, il sito che non tradisce
4 Commenti alla Notizia Giuda.com/ Videotelefonino 3G, Carnevale a Tokyo
Ordina