Ancora scontro fra Real e MS

L'ultima tecnologia di RealNetworks promette di migliorare drasticamente l'affidabilità e la qualità dello streaming audio/video su Internet. Microsoft risponde con una nuova versione del WMV con qualità vicina al DVD

Web - RealNetworks e Microsoft continuano a farsi guerra sulle tecnologie ed i formati per lo streaming di contenuti audio e video su Internet.

La prima mossa è arrivata da RealNetworks che ha annunciato una nuova tecnologia, chiamata RealSystem iQ, per la trasmissione peer- to-peer di flussi audio/video attraverso la rete. RealSystem iQ si appoggia sui già noti formati RealAudio 8 e RealVideo 8 a cui aggiunge alcune tecniche per l'ottimizzazione del flusso di dati verso l'utente.

RealSystem iQ include la tecnologia Neuralcast, grazie alla quale la ricezione dei contenuti multimediali avviene non più nella classica modalità one-way, ma attraverso un'infrastruttura di più server in grado di comunicare fra loro e decidere, momento per momento, origine e percorso dei dati in base alla locazione geografica dell'utente e alla situazione di traffico sulla rete. Con questo sistema più server trasmettono verso un singolo utente, migliorando l'affidabilità e la qualità della ricezione.
La tecnologia RealSystem Proxy 8 offre invece un sistema sicuro di caching in grado di rispettare la proprietà intellettuale dei contenuti, ridurre drasticamente i costi della banda dei provider e ottimizzare la gestione delle risorse ad ogni punto del network.

Microsoft ha risposto all'avversaria annunciando il rilascio di una nuova versione del suo formato Windows Media Video (WMV) in grado, a detta di Bill Gates, di avvicinare la qualità dei filmati a quella dei DVD. Naturalmente si dovrà disporre di una larghezza di banda sufficiente, come quella offerta da xDSL o cable modem.

La nuova versione del WMV permetterà, secondo il big di Redmond, di allargare il video-on-demand ad un pubblico più vasto di utenti, magari privi di TV satellitare ma dotati di una buona connessione terrestre alla rete.
TAG: microsoft