Infostrada promette: niente canone

L'annuncio scuote gli animi in una giornata surriscaldata dal dibattito sull'aumento del canone. L'azienda promette che tra pochi giorni i propri abbonati dimenticheranno cosa voglia dire pagare il canone telefonico

Infostrada promette: niente canoneRoma - Gli abbonati Infostrada dal primo gennaio 2001, quindi tra pochi giorni, non dovranno più pagare il canone telefonico. All'indomani della decisione dell'Autorità TLC di aumentare il "balzello", Infostrada ne ha approfittato per annunciare che rimborserà ai propri clienti l'onere del canone.

In una nota, la maggiore azienda di telefonia concorrente di Telecom Italia, ha spiegato che la sua iniziativa, "Zero Canone", partirà da subito nelle nove principali città italiane e che in breve tempo verrà estesa a tutto il paese. Un annuncio che arriva parallelo a quello con cui l'azienda ha reso noto che al 30 novembre disponeva di 7,3 milioni di abbonati.

"Infostrada - si legge nella nota - rimborserà il canone telefonico corrisposto dai propri clienti del servizio residenziale Pronto 1055 a Telecom Italia, scontando un importo equivalente dal totale del conto telefonico, per ogni linea residenziale analogica".
Il passo successivo previsto da Infostrada è naturalmente legato all'effettivo "lancio" dell'Ultimo miglio, ovvero della possibilità per l'utente di affidare ad Infostrada anziché a Telecom Italia il collegamento dal proprio domicilio alla rete telefonica e quindi la fornitura di servizi a valore aggiunto. L'azienda ha annunciato il lancio di "Tutto Infostrada", un programma che prevede, appena sarà possibile, la disconnessione del cavo telefonico del consumatore dalla centrale di Telecom Italia e il suo contestuale collegamento alla centrale Infostrada.

Poiché con l'Ultimo miglio, come noto, la "migrazione" verso nuovi operatori avverrà in "numero chiuso", Infostrada avverte che chi sottoscriverà "Zero Canone" sarà automaticamente prenotato per accedere all'unbundling con Infostrada. Ma come si accede a Zero Canone?