I boat people vogliono internet e satellite

Il flusso è diminuito ma gli immigranti illegali in Australia sono numerosi. Molti sono detenuti in campi ad hoc. E chiedono l'accesso ad internet

Canberra (Australia) - Non riceveranno internet e televisione satellitare alcune migliaia di immigrati clandestini arrivati in Australia a bordo di imbarcazioni di ogni genere. Genti arrivate non solo dalla vicina Indonesia ma anche dal Medio Oriente. Persone, oggi detenute in campi ad hoc, che hanno chiesto di poter inviare email ai propri parenti e vedere quanto accade nei loro paesi d'origine con la TV satellitare.

Secondo le autorità di immigrazione molti di coloro che sono arrivati con "l'ondata" di novembre conoscono le leggi del paese, sanno per quanto tempo dovranno rimanere nei campi e sono attrezzati anche per l'uso di internet. Ciò nonostante, hanno spiegato gli amministratori, "non ci saranno parabole satellitari, televisioni o accesso ad internet per chi è detenuto".
TAG: mondo