La RIAA apre al peer-to-peer

Hilary Rosen inventa una nuova rotta e si appella agli sviluppatori del P2P proprio mentre EMI pensa a Gnutella e affini. Segnali che, forse, qualcosa si sta muovendo nelle strategie delle majors. Il Pentagono, intanto...

La RIAA apre al peer-to-peerWeb - Siamo lontani, lontanissimi, da una retromarcia delle multinazionali della musica rispetto alla "libera circolazione" di materiali musicali in rete, come avviene attraverso i sistemi di scambio-file peer-to-peer (P2P) tutti i giorni. Ma per la prima volta nei giorni scorsi la RIAA, l'associazione dei produttori americani, ha tirato fuori nuovi argomenti parlando proprio del P2P.

Hilary Rosen, ormai notissima chairman della potente associazione dei discografici, stratega della fine di Napster e autrice della conversione industriale di mp3.com, è intervenuta davanti ad un pubblico di sviluppatori e programmatori alla conferenza sul P2P della O'Reilly per dire: "Il problema non è se il peer-to-peer o qualsiasi altra tecnologia sia buona o cattiva. Il problema è come la gente la usa, se la usa nel rispetto per quello che producono gli artisti allo stesso modo di come noi in questo settore rispettiamo quello che creano gli sviluppatori software di questa audience o le imprese del settore".

Rosen, che in passato aveva parlato del peer-to-peer come un pericolo per le attività industriali, sembra ora dirigersi in una nuova direzione. Pensando al futuro della musica online, Rosen ha parlato del difficile processo per portare in rete la legalità della musica e ha messo in evidenza le difficoltà nel creare un modello di business che possa funzionare: "Ma molti progressi sono stati fatti e molti altri se ne faranno".
Secondo Rosen il problema dell'uso non legale del peer-to-peer è un problema che tocca l'intera comunità degli utenti e degli sviluppatori ma se si risolve, la "porta è aperta" per un mercato aperto nel quale tutti possano competere nel rispetto del valore dei contenuti.

Nel momento in cui i sistemi di file-sharing alternativi a Napster, perlopiù quelli basati sulle tecnologie FastTrack, arrivano a consentire ai propri utenti di scambiare un numero di file musicali superiore a quanto Napster abbia mai consentito di fare, la nuova strategia del direttore della RIAA è risaltata in modo molto chiaro, nel tentativo di spingere gli sviluppatori del peer-to-peer ad avvicinarsi all'industria della musica. Nell'ottica dello sviluppo di questo "mercato aperto" Rosen si è chiesta. "Il peer-to-peer sarà parte di questo processo? Vi unirete a noi in un mercato legittimo? Proteggerete l'incentivo a creare? Fornirete alle creazioni degli artisti lo stesso rispetto che merita il vostro lavoro?".

Le significative aperture della RIAA e l'invito agli sviluppatori di "cambiare rotta" arrivano a pochi giorni da un importante annuncio di EMI, una delle grandi case della musica, che sembrerebbe segnalare una effettiva evoluzione della visione del P2P da parte dell'industria.
19 Commenti alla Notizia La RIAA apre al peer-to-peer
Ordina
  • BHE CHE DIRE
    VERAMENTE SONO ALLA FRUTTA
    NESSUNO CAGA 40SACCHI PER UN CD DOVE CI SONO VERAMENTE 2 O 3 CANZONI CHE SI "SALVANO"
    PERSONALMENTE QUIE POLLI DELLA RIAA CON I LORO AVVOCATI CHE GUADAGNANO PIU DI 5 OPERAI MESSI INSIEME FAREBBERO BENE A IMPICCARSI PERCKE STANNO FACENDO TUTTO QUESTO PERKE HANNO CAPITO CHE SI TROVERANNO IN MEZZO A UNA STRADA LORO E I LORO AVVOCATI PRESUMO....
    ANDASSERO A ZAPPARE LA TERRA (IN AMERICA INFONDO C'E TANTA DI QUELLA TERRA DA ZAPPARE) E LASCINO LA LIBERTA' SU INTERNET (TERROSISMO A PARTE.)))

    non+autenticato
  • Non si rendono conto che nel "P2P" nessuno fa' soldi vendendo copie di materiale protetto.
    Come esistono le fotocopiatrici esitono i mezzi di comunicazione elettronica e non hanno capito che non riusciranno MAI a metterli totalmento sotto controllo!
    Percio' RIAA ... andate a guadagnarvi il pane in un'altro modo.
    Amen.
    non+autenticato
  • ....ED ORA CHE SIETE ARRIVATI ALLA FRUTTA,
    E VEDETE LA FIDUCIA DEI CONSUMATORI CROLLARE

    A CAUSA DELLA VOSTRA ARROGANZA USATA IN PASSATO PER CHIUDERE NAPSTER, NON SAPETE CON CHI PRENDERVELA.

    FALLITI !!

    E' ORA DI MORIRE.

    R.I.P.

    P.S.
    TROVATEVI UN ALTRO LAVORO FESSI DISCOGRAFICI
    non+autenticato

  • Figata!
    mi connetterò a Morpheus e riceverò "WAR" di Bruce springsteen da qualche milite ... e in cambio lui potrà scaricare le spice da me!!!!

    Sorride

    ha ha!!!!
    non+autenticato

  • non è vietato portare sfiga vero?

    meeting in piazza domani, ore 11.30 per "Danza della Sfiga" indirizzata a lei e a tutta la sua ghenga
    non+autenticato
  • - Scritto da: Yossou K-Dur
    >
    > non è vietato portare sfiga vero?
    >
    > meeting in piazza domani, ore 11.30 per
    > "Danza della Sfiga" indirizzata a lei e a
    > tutta la sua ghenga

    Un atteggiamento costruttivo e critico. Complimenti.
    non+autenticato

  • noto che anche tu, Sabrina, non ti sei comportata diversamente dal commentatore "porta sfiga" ... non hai costruito ne criticato.
    Beh, forse criticato si ... in senso lato...
    ma non hai apportato una vera critica, strutturata e che dica qualcosa, in sostanza.

    Voi perbenisti, se criticate, dovreste essere superiori agli altri ... e non stare sullo stesso livello, ma sentirvi nobili.

    Hai sprecato un'occasione di essere migliore.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Criticatrrrrrrrrr
    >
    > noto che anche tu, Sabrina, non ti sei
    > comportata diversamente dal commentatore
    > "porta sfiga" ... non hai costruito ne
    > criticato.
    > Beh, forse criticato si ... in senso lato...
    > ma non hai apportato una vera critica,
    > strutturata e che dica qualcosa, in
    > sostanza.

    Io sto cercando di formulare una mia opinione che, al momento, e' nebulosa. Questo non toglie che trovo quel messaggio inutile e persino offensivo, oltreche' frutto probabilmente di una mente adolescente.


    > Voi perbenisti, se criticate, dovreste
    > essere superiori agli altri ... e non stare
    > sullo stesso livello, ma sentirvi nobili.

    Non mi sento affatto perbenista.


    > Hai sprecato un'occasione di essere migliore.

    Grazie per avermelo detto.

    non+autenticato
  • suvvia, un po' di umorismo.....
    non+autenticato
  • ciao.
    secondo me la tipa non merita i tuoi balletti: lei e tutta la sua congrega stanno in realtà facendo il "nostro" gioco.

    ti spiego: "noi" non siamo semplicemente quelli che vogliono soltanto scaricare brani aggratis e che si arrabbiano se gli tolgono il giocattolino...

    "noi", secondo me, saremmo invece quelli che si aspettano grandi cose dai nuovi mezzi di comunicazione offerti dalla rete, e che quindi vedrebbero di buon occhio che anche le altre realtà creatrici di contenuti si addattino (si dice così?) alla nuova situazione.

    per fare un po' meno i teorici: non puoi aspettarti che la RIAA accetti di punto in bianco il p2p e si inventi un modo per andarci d'accordo.
    prima hanno dovuto provarci.

    pur se penosa per molti, la chiusura di napster (perché di chiusura si tratta...) ha scatenato una tale diffusione di programmi p2p da dimostrare che non si sta parlando di una ipotetica "napster inc.", ovvero di una singola entità malvagia ma identificabile, bensì di un nuovo modo di fruire dei contenuti (in questo caso musica, principalmente).

    adesso stiamo a vedere: ma piano piano anche la brava HR si sta reinventando un ruolo della RIAA in tutto questo nuovo panorama.

    ciao e scusate la prolissità.
    sammm



    - Scritto da: Yossou K-Dur
    >
    > non è vietato portare sfiga vero?
    >
    > meeting in piazza domani, ore 11.30 per
    > "Danza della Sfiga" indirizzata a lei e a
    > tutta la sua ghenga
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)