Il DivX conquista Broadway

Dopo Hollywood il DivX parte alla conquista di Broadway e si riconferma temibile rivale dei formati proprietari, WinMedia in testa

San Diego (USA) - Dopo aver fatto tremare le major discografiche ed essersi guadagnato la fama di "MP3 per il video", il noto formato di compressione DivX sembra oggi riuscire a lasciarsi alle spalle il suo passato "underground" con un certo successo.

Dopo essere sbarcato ad Hollywood attraverso un piccolo distributore cinematografico, Strand Releasing, il "piccolo" DivX, in lotta con giganti come Microsoft e RealNetworks, ha ora infatuato anche Broadway Television Network, un produttore e distributore di musical che, attraverso la sussidiaria BroadwayOnline.com, ha lanciato un "cinema virtuale" in cui è possibile affittare film per 5,95 dollari.

Il servizio fornito da BroadwayOnline si avvarrà dell'Open Video System (OVS), la piattaforma di video streaming basata sul nuovo DivX 4, il codec in standard MPEG-4 commercializzato da DivXNetworks e disponibile anche in formato open source (Open DivX).
Sebbene il DivX non sia un vero e proprio formato per lo streaming on-line, DivXNetworks sostiene che la tecnologia "progressive download" consente agli utenti di iniziare la riproduzione del video poco dopo l'inizio del download.

OVS offre attraverso crittografia e watermarking, un robusto sistema di Digital Rights Management per la protezione del copyright: tecnologie simili a quelle implementate da Microsoft nelle più recenti versioni della sua piattaforma Windows Media.

Ma ciò che distingue le soluzioni di DivXNetworks da quelle dei suoi concorrenti è il fatto di essere basate su una tecnologia di compressione aperta, sviluppata in seno al progetto open source Mayo.

Il mercato dei video streaming si prevede fra i più lucrosi del prossimo futuro e il DivX potrebbe lottare ad armi pari con concorrenti dalle spalle ben più larghe.
TAG: mondo
4 Commenti alla Notizia Il DivX conquista Broadway
Ordina