LinuxNews/ IBM investe un miliardo di dollari su Linux

Big Blue conferma la sua piena fiducia nel sistema operativo Open Source confermandosi come il più grande sostenitore del pinguino

Alla eBusiness Conference di New York, insieme all'annuncio del supercomputer della Shell basato su Linux, IBM, attraverso il suo chief executive Louis Gerstner, ha reso pubblica la propria strategia di investimento sul sistema Open Source.

Gerstner ha affermato di essere convinto che Linux può fare per le applicazioni business quello che Internet ha fatto per il networking e le comunicazioni. E ha dichiarato di aver investito circa un miliardo di dollari in Linux, cifra che crescerà nel 2001. Attualmente l'IBM ha circa 1.500 sviluppatori che lavorano nell'ambito Linux.

Gerstner ha continuato dicendo che il movimento verso sistemi basati su standard aperti è inesorabile sicché aziende come la Sun o la Microsoft si dovranno presto adeguare.
L'IBM supporta Linux su tutte le sue piattaforme hardware, su tutto il middleware e su tutti i servizi offerti.

A cura di noze, Soluzioni Open-Source