Kataweb conquista la Basilicata

Grazie ad una gara vinta da Ksolutions, Kataweb rende ancora più istituzionale la propria presenza online. Benefici per i lucani?

Potenza - "Entro il 2002, il 35 per cento delle famiglie lucane avrà un personal computer ed il 30 per cento sarà collegato ad internet. Medie che porteranno la Basilicata al livello dei paesi del nord Europa". Questa la promessa annunciata da Jean-Claude Morel, direttore commerciale di Ksolutions, azienda che fa capo al Gruppo l'Espresso.

Ksolutions ha vinto la gara da 10 miliardi di lire indetta dalla Regione Basilicata, una gara che prevede la costruzione di servizi di accesso ad internet, di supporto tecnico ai clienti che desidereranno partecipare all'iniziativa e persino alla realizzazione di un nuovo portale da integrare a quello della Regione Basilicata.

Questo portale, che Ksolutions intende realizzare mettendo a disposizione degli utenti lucani i contenuti di Kataweb, ha lo scopo di portare servizi di apprendimento a distanza per la formazione via internet, sistemi di informazione personalizzabili, strutture di commercio elettronico e supporto per la firma digitale.
"Il progetto di dotare 40 mila famiglie di personal computer e di collegarle ad Internet - ha spiegato Morel - è unico al mondo, ce lo hanno confermato i principali operatori. Nella fase di elaborazione della nostra proposta abbiamo acquisito informazioni dai principali operatori di telecomunicazioni ed Internet e abbiamo constatato che esso non ha eguali al mondo."

Anche l'ecommerce lucano sarà targato Kataweb perché la gara consentirà a Ksolutions di proporre alle piccole imprese che lo vorranno il suo K-Portal, un servizio di supporto per la creazione di negozi online. Nell'insieme, i negozi aderenti finiranno dentro un sistema di ricerca che verrà promosso dal portale presso i clienti potenzialmente interessati a compiere acquisti via Internet.
TAG: italia
4 Commenti alla Notizia Kataweb conquista la Basilicata
Ordina
  • Dopo aver buttato nel cesso miliardi e miliardi kataweb si rifa con i soldi pubblici

    Marco
    non+autenticato
  • hai ragione al 100%
    non+autenticato
  • Ma cosa abbiamo conquistato? Lasciate parlare un Lucano , un Lucano che vive 24 h su 24 in questa realtà..L'unica conquista è quella di Kataweb,che sfrutterà questi utenti che percepiranno il contributo regionale, con connessioni semplici, connessioni Free carissime, utenti che potranno usare la rete a singhiozzo dato l'alto prezzo delle connessioni, senza la possibilità di potersi connettere come la restante parte dell'Italia, con coperture ADSL su quasi tutto il territorio dell'Italia Centrale e del Nord. Dovete sapere che l'Italia meridionale e soprattutto l'area del mezzogiorno resterà sempre fuori da questa nuova tecnologia che sta prendendo il sopravvento..mio malgrado solo nella restante parte d'Italia.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Marco
    > Dopo aver buttato nel cesso miliardi e
    > miliardi kataweb si rifa con i soldi
    > pubblici
    >
    > Marco

    Che abbia vinto la gara Kataweb non ha nessuna importanza (e l'articolo è pura propaganda per Kataweb).
    L'importante è che certi fondi esistono (se non sbaglio il progetto è coperto in massima parte da fondi della Comunità Europea) e la Regione Basilicata li sfrutta al massimo.
    In Italia, la Basilicata è la regione che utilizza la percentuale più alta dei fondi europei, mentre in altre regioni fanno scadere i termini di utilizzo degli stessi, o li fanno semplicemente sparire...
    Sono un Lucano (significa abitante della Lucania/Basilicata Occhiolino ) e spero che questo progetto serva a dare alla mia regione un accesso migliore alla rete; tutte le altre considerazioni sono secondarie.
    non+autenticato