I telefonini? Device sani e sicuri

Non fa male utilizzare il cellulare a lungo. Non fa male utilizzarlo per molti anni e non c'Ŕ alcuna relazione tra il telefonino e il tumore al cervello. Lo affermano due studi statunitensi

Chicago (USA) - Il cellulare non fa male o comunque il suo uso non Ŕ legato all'insorgere di tumori al cervello. Lo affermano ricercatori americani che hanno condotto due diversi studi uno dei quali pubblicato sul New England Journal of Medicine.

Le ricerche effettuate sembrerebbero indicare che chi ha utilizzato a lungo il cellulare anche per molto tempo ogni giorno non dovrebbe temere di rischiare conseguenze negative pi¨ di chiunque altro. Da molto tempo studiosi di tutto il Mondo si "fronteggiano" nell'affermare alternativamente i potenziali rischi dell'uso del cellulare o la probabilitÓ che rischi non ve ne siano.

In questo caso "nell'arena" si Ŕ infilato anche Peter Inskip, autorevole scienziato del National Cancer Institute, secondo cui "i nostri risultati non supportano in alcun modo la preoccupazione che certi tumori al cervello diagnosticati negli Stati Uniti a metÓ degli anni '90 siano stati causati dall'uso dei telefoni cellulari". Lo studioso sottolinea che nel vasto campione di soggetti esaminati (pi¨ di 1500) non Ŕ emerso alcun dato significativo rispetto alla possibilitÓ che una lunga "esposizione" possa provocare danni.
La seconda ricerca Ŕ stata condotta dal team di Joshua Muscat della American Health Foundation, ed ha raggiunto questa conclusione: "L'uso dei telefoni cellulari non Ŕ collegabile al rischio di tumore al cervello". Questo team di ricerca si Ŕ basato su un campione di quasi mille persone, metÓ delle quali affetto da tumore al cervello. E i risultati sono sostanzialmente due: i malati non hanno usato il telefonino significativamente di pi¨ di quanto Ŕ stato usato dagli altri; chi non ha quasi mai usato il cellulare non corre meno rischi di incorrere in un tumore.

I due studi sono lontani dal porre la parola "fine" alla diatriba sull'impatto dell'uso dei cellulari sulla salute. Tutti i ricercatori, infatti, hanno evidenziato come questi studi si siano basati su utenti dei primi anni della telefonia mobile, imperniata sui "vecchi" telefonini analogici e che dunque nuovi studi e approfondimenti devono essere svolti sulle nuove tecnologie e sull'uso che si fa dei nuovi telefonini.