Il cellulare calamita i giovanissimi USA

Uno studio negli States sembra indicare che entro quattro anni quadruplicherà il numero dei 10-24enni dotati di un proprio cellulare. Una tendenza stimolata dai servizi degli operatori e dai gadget dei costruttori

Scottsdale (USA) - Entro il 2004 la metà dei giovani americani tra i 10 e i 24 anni possiederà di un telefono cellulare e quasi tre su quattro ne utilizzeranno uno. Lo prevede il Cahners In-Stat Group, secondo cui in quella fascia di età l'aumento dei nuovi utenti di telefonia mobile sarà maggiore che in qualsiasi altra.

Stando alla ricerca, oggi negli USA sono 11 milioni i giovani tra i 10 e i 24 anni a disporre di un telefonino ma nel 2004 saranno 43 milioni, con un tasso di crescita decisamente rapido.

Una delle ragioni di questo aumento, sostengono gli estensori del rapporto, sta nel fatto che gli operatori tendono ad offrire agli utenti di questa età contenuti specializzati di interesse, compreso "games, intrattenimento, news e shopping". E i costruttori di telefonini sapientemente producono, sostiene lo studio, device intriganti per design, colori e accessori, elementi destinati ad avere una forte "presa" sui più giovani.

Lo studio, condotto su 2mila persone, indicherebbe anche come l'uso del cellulare in questa fascia d'età sia prevalentemente "sociale", ovvero orientato all'interazione con i coetanei.