La rete sta cambiando volto

Per la prima volta uno studio autorevole lo certifica: solo il 45 per cento degli utenti internet è di madrelingua inglese. Ma cresce anche la regolamentazione di internet in tutto il mondo. Lo State of Internet Report

La rete sta cambiando voltoWeb - La svolta è epocale e segnala la crescente internazionalizzazione della rete: solo il 45 per cento di tutti gli utenti internet è di madrelingua inglese.

L'importante sorpasso dei non anglofoni è segnalato da uno dei più autorevoli studi sull'evoluzione di internet, quello realizzato dallo US Internet Council in collaborazione con la ITTA (International Technology & Trade Associates). Uno studio, "State of Internet Report", secondo cui nel 2001 il numero di utenti internet è cresciuto di 100 milioni di unità soprattutto nell'area del sud-est asiatico, ribaltando così le "maggioranze" tra i gruppi linguistici.

Nei numeri assoluti, spiegano gli autori del rapporto, nel corso del 2001 il numero di utenti internet nel mondo è cresciuto superando quota 500 milioni.
In passato, la prevalenza della lingua inglese è stata in larga parte dovuta all'assoluta leadership degli Stati Uniti in materia di diffusione della rete. La nuova tendenza, invece, rende chiara l'importanza che il network internazionale sta assumendo in tutto il mondo.

Negli Stati Uniti la crescita dei nuovi utenti è valutata nel 15 per cento nell'anno duemila, una crescita "moderata" rispetto agli anni precedenti e che porta al 59 per cento sul totale le famiglie statunitensi collegate.

Va detto però che se all'interno degli Stati Uniti la diversità di accesso alle nuove tecnologie nelle diverse fasce sociali (digital divide) va riducendosi, al di fuori degli USA il gap nell'accesso rimane fortissimo. In generale la più grande distanza, proprio come in campo economico, è tra il nord e il sud del mondo.

Uno degli aspetti più preoccupanti dello studio è legato al fatto che in un numero crescente di paesi, internet viene sottoposta a leggi sempre più limitative mentre ancora si deve trovare un modo uniforme per gestire i problemi di diritto internazionale suscitati dall'esistenza della rete globale.

B. MeyersSu questo è duro il giudizio del presidente del Council americano, Bill Meyers, secondo cui "non c'è dubbio che governi nel mondo abbiano tentato di regolamentare la rete. Il risultato, dove ci sono riusciti, sono porzioni del mondo dove non c'è molta innovazione e dove l'accesso alla rete è limitato". Gli esempi sono naturalmente molti, si va dall'Afghanistan talebano alla Cina comunista passando per alcuni paesi mediorientali e finendo in alcuni paesi del sud-est asiatico, dove complessivamente si sta comunque registrando una forte crescita nell'utenza.

La spinta regolamentatrice è come noto aumentata anche in Europa e in Italia, dopo gli attentati dell'11 settembre. "Se guardiamo a quanto accaduto negli ultimi due mesi - spiega Meyers - vediamo una pulsione forte negli Stati Uniti e altrove per portare internet sotto un ombrello regolamentare per ragioni di sicurezza. Ci sono molte ragioni che spingono i governi ad agire per venire incontro alle preoccupazioni sulla privacy, ma queste preoccupazioni sembrano ora in ritirata di fronte ai problemi di sicurezza".
TAG: italia
7 Commenti alla Notizia La rete sta cambiando volto
Ordina
  • Non so se siete d accordo ma e gia cambiato tutto . Anni fa Internet non era cosi, si respirava piu liberta, piu diritti, era piu affascinante.

    Ora Internet e bella e libera ma solo fino al momento in cui non tocchi l interesse della politica o dei potenti.

    E molto triste
    non+autenticato
  • - Scritto da: no accent
    > Non so se siete d accordo ma e gia cambiato
    > tutto . Anni fa Internet non era cosi, si
    > respirava piu liberta, piu diritti, era piu
    > affascinante.
    >
    > Ora Internet e bella e libera ma solo fino
    > al momento in cui non tocchi l interesse
    > della politica o dei potenti.
    >
    > E molto triste

    Mi sembra più che normale. Tutti i media che diventano di massa subiscono la medesima sorte.
    (e per molti aspetti è giusto che sia così, vista l'influenza che potrebbero avere)
    non+autenticato
  • - Scritto da: no accent

    > Non so se siete d accordo ma e gia cambiato
    > tutto . Anni fa Internet non era cosi, si
    > respirava piu liberta, piu diritti, era piu
    > affascinante.

    E meno lamer, sono assolutamente daccordo.

    E' molto triste.
    non+autenticato


  • - Scritto da: GrayLord
    , si
    > > respirava piu liberta, piu diritti, era
    > piu
    > > affascinante.
    >
    > E meno lamer, sono assolutamente daccordo.

    Verissimo.

    Ma anche meno accessibile (in ogni senso)
    non+autenticato
  • - Scritto da: SiN

    > - Scritto da: GrayLord
    > > > , si respirava piu liberta, piu diritti,
    > > > era piu affascinante.

    > > E meno lamer, sono assolutamente daccordo.

    > Verissimo.
    > Ma anche meno accessibile (in ogni senso)

    Certo ! Per quello c'erano meno lamer !!!

    Spero che la X-Box e la P2 mettano le cose un po' a posto.
    non+autenticato
  • Vero, ma non dimentichiamo il grosso business che ha generato la rete.....
    ...il che si traduce in posti di lavoro, nuovi servizi, soldi che girano......
    ....io non ci sputerei tanto sopra.....
    non+autenticato
  • - Scritto da: The Maty

    > Vero, ma non dimentichiamo il grosso
    > business che ha generato la rete.....
    > ...il che si traduce in posti di lavoro,
    > nuovi servizi, soldi che girano......
    > ....io non ci sputerei tanto sopra.....

    Scusa ma sono egoista: ho sempre lavorato con *NIX e non ho mai sentito il bisogno della massa di lamer.

    Quindi ci sputo.
    non+autenticato