Blu, le ricariche passano per i mini-cd

Oltre alla ricarica, i clienti Blu ora acquistano anche animazioni, filmati e giochi

Roma - C'è un minicd-rom al centro della nuova strategia di Blu per farsi largo sul mercato che da tempo investe con uno "stile" del tutto particolare.

Blu consente infatti ai propri utenti di acquistare le ricariche per i prepagati su minicd-rom anziché sulle tradizionali "tesserine". Dal 25 novembre, dunque, i clienti Blu interessati potranno sfruttare le nuove ricariche "digitali".

Stando a Blu, basterà ottenere il codice scritto sul minicd, grattando via la copertura colorata, e chiamare il 4444 per ottenere la ricarica, prevista in tagli da 50 o 100mila lire per un costo, rispettivamente, di 60 o 110mila lire.
La novità è condita dal fatto che all'interno del minicd-rom Blu piazzerà contenuti sempre diversi, compresi brevi filmati, musica, animazioni, con cui l'azienda spera di catturare e divertire vecchi e nuovi utenti. Dal 25 novembre nella prima ricarica su minicd, Blu ha inserito le musiche dei propri spot in formato mp3, tutte le informazioni sulle proprie tariffe e persino "Alias", avventura-fumetto digitale sulla vita di un giovane sviluppatore di games, Daniel.
4 Commenti alla Notizia Blu, le ricariche passano per i mini-cd
Ordina