Ancora censura in Germania

Il governo tedesco costringe Barnesandnoble.com ad interrompere le vendite in Germania di Main Kampf, il libro testamento di Hitler

New York (USA) - Ad un mese dalla rinuncia di Amazon, anche Barnesandnoble fa marcia indietro e sotto pressione del governo tedesco cessa la vendita in Germania del Mein Kampf, l'opera scritta da Hitler e censurata proprio perché considerata il suo "manifesto politico".

Barnesandnoble, il cui 40% appartiene al gigante tedesco dei media Bertelsman, ha ritenuto opportuno, dopo un breve periodo di riflessione, rispettare le leggi locali e cessare la vendita del libro in Germania.

Alle soglie del 2000, questi moti censorii da parte delle autorità tedesche appaiono, come hanno commentato alcuni, davvero anacronistici. Non solo la censura rischia di dare al libro maggior rilievo di quello che altrimenti non avrebbe, ma dimostra ancora una volta che nemmeno Internet può risanare in breve tempo le profonde ferite della storia.
TAG: censura