01 feb 2012, 10.06link html
 Chiudi
Apri tutti i messaggi01 feb 2012, 14.27link html
01 feb 2012, 14.35link html
01 feb 2012, 14.45link html
01 feb 2012, 16.00link html
01 feb 2012, 21.25link html
01 feb 2012, 22.06link html
 Chiudi
Apri tutti i messaggi01 feb 2012, 18.22link html
01 feb 2012, 18.28link html
01 feb 2012, 21.20link html
01 feb 2012, 21.39link html
01 feb 2012, 21.52link html
01 feb 2012, 22.06link html
01 feb 2012, 22.08link html
01 feb 2012, 22.16link html
01 feb 2012, 22.20link html
01 feb 2012, 22.23link html
01 feb 2012, 22.43link html
01 feb 2012, 23.09link html
01 feb 2012, 22.33link html
01 feb 2012, 22.44link html
04 feb 2012, 13.40link html
 Chiudi
Apri tutti i messaggi04 feb 2012, 13.39link html
04 feb 2012, 13.52link html
04 feb 2012, 14.13link html
04 feb 2012, 14.50link html
04 feb 2012, 16.01link html
- Scritto da: 8080
> - Scritto da: vecchiaccio
> > oppure tutto in franchigia, ma non puoi/potresti
> > "spedire" la roba in franchigia , te la devi
> > portare appresso in aereo, oppure spedirla la
> > come "regalo" senza valore commerciale e senza
> > fattura e poi fartela rispedire sempre come
> > "regalo", il che diventa veramente "evadere" e
> nn
> > più
> > eludere.
> >
>
> Anche se scrivi che è un regalo ti fanno pagare
> lo stesso, così sostiene Avve e così credo anche
> io.

si dipenda da chi ti trovi davanti, com'è il pacchetto etc, tu immaginati un magazzino gigantesco, strabordante di pacchi (lettaralmente milioni all'anno per tutta l'italia), un funzionario pagato dallo stato quando capita che deve passare di li, uno spedizioniere doganale iscritto all'albo e tanti dipendenti pagati da una cooperativa che sfacchinano, il funzionario statale non ci mette manco la firma, il responsabile è lo spedizioniere iscritto all'albo; i controlli si fanno per armi e droga con i cani, i pacchi che contentono "regali senza valore commerciale" vengono accumulati da un lato e il funzionario/spedizioniere ci danno un occhiata e decidono se hanno abbastanza sfacimma per farli passare oppure no, se qualcosa salta all'occhio oppure per qualche ragione in quella zona il capo della dogana ha detto di controllare quelle robe li lo fanno, giuro, lo ho visto con i miei occhi, la legge dice che in effetti tu dovresti fare una cosa complicatissima per ricevere un regalo da tua zia negli USA, lei deve dichiarare il valore reale della merce, allegare copia del pagamento fatto in USA e metterci una dichiarazione del tipo "lo regalo a mio nipote a costo zero", il nipote deve dichiarare che vuole fare l'importazione di una cosa che ha "valore ai soli fini doganali pari a N (che dovrebbe essere la stima del valore dell'oggetto IN ITALIA) e nessun valore commerciale" e che non la venderà mai, a quel punto paga solo il dazio (che è comunque dovuto ma quando è al 4% è tanto) ma non l'IVA (fino al 21%)....almeno così era nel 2008.

A bocca storta

>
>
> > non so di chi cosa parli di fatto, è un
> > superprogetto? è una roba spot? ti devi portare
> > una telecamerina oppure un intero studio di
> > attrezzature? sapendo questo si trova una
> > soluzione adatta ai costi che è ragionevole
> > sostenere.
>
> Dovrebbe essere una cosa che se funziona va
> avanti nel lungo periodo. Altrimenti finisce lì.
> Però devo ancora valutare molte cose e comunque
> la modella per il momento non è disponibile per
> via dell'università.

se è una progetto piccolina e usi la telecamerina e basta secondo me a naso stai nella franchigia, e comunque essendo una roba da poco almeno all'inizio IMHO devi organizzarti in maniera da stare nella franchigia e il resto lo compri la, se poi divneta una cosa continuativa e sempre più importante allora importi definitivamente la tua attrezzatura (se proprio devi e fra tasse e tutto costa meno che comprarla la) e la lasci alla modella da tenere tra un viaggio e l'altro, sottochiave sintende, oppure ancora meglio ti metti d'accordo con qualche studio/videomaker USA per usare la loro attrezzatura.

>
>
>
> >
> > sta di fatto che se tu mi chiedi come si puo
> > importare e poi riespostare con fatture e tutto
> > senza pagare le tasse perchè si tratta di
> > attrezzatura da usare temporaneamente la cosa ha
> > quei costi "amministrativi" li, oltre a quelli
> di
> > trasporto e sicuramente, qua proprio non ci
> > piove, deve fartelo uno spedizioniere, quindi va
> > da se che i costi lietivano, ma soluzioni ce ne
> > sono tante, per me ti conviene mandare una email
> > alla dogana usa e chiedere conferma di quanto
> > attrezzatura puoi portarti appresso tu in aereo
> > se devi andare la a riprendere
> > tutto.
>
> Valuterò più avanti. Comunque grazie, quando sarà
> il momento, se sarà necessario spedire manderò
> una mail alla dogana
> USA.

vedi sopra, all'inizio organizzati per andare la con il limite massimo di valore che passa in franchigia, anche dopo a meno che tu non abbia bisogno di roba particolare mettiti d'accordo con uno studio ammeregano per usare la loro roba, sicuramente è meno costosto che stare a menarsela con la dogana italoammeregana e strani giri di importazioni temporanee che si fanno per robe da centinaia di mgliaia di euro in su.
04 feb 2012, 17.57link html
04 feb 2012, 18.04link html
04 feb 2012, 22.52link html
04 feb 2012, 23.11link html
04 feb 2012, 23.42link html
04 feb 2012, 23.46link html
05 feb 2012, 10.58link html
05 feb 2012, 14.14link html
05 feb 2012, 14.42link html
05 feb 2012, 14.50link html
05 feb 2012, 20.45link html
05 feb 2012, 20.54link html