BUONASERA
SPERO CHE LA STORIA MI SMENTISCA
MA SECONDO ME LA MATRICE DELL'ATTENTATO
E' LA VENDETTA DEI NORDAFRICANI LIBICI
PER I BOMBARDAMENTI ED IL COMPORTAMENTO DA TRADITORI CHE HA ASSUNTO IL GOVERNO ITALIANO ALL'EPOCA DELLA GUERRA DI LIBIA DEL 2011.

MA A PARTE CIO', QUELLO CHE PIU' CONTA E' UN ALTRO ASPETTO.
SECONDO VOI IL FATTO CHE LE NOSTRE CITTA' SIANO ORAMAI PIENE DI GENTE STRANIERA, IN PARTICOLARE AFRICANI,
RENDE PIU' FACILE O PIU' DIFFICILE CHE UN TALE TIPO DI ATTENTATO POSSA ESSERE REALIZZATO?

IO DICO QUESTA VOLTA SENZA NESSUN TEMA DI SMENTITA CHE LA MASSA DI GENTE STRANIERA CHE ORMAI DORME NEGLI ANDRONI DELLE STAZIONI, OPPURE AMMASSATI IN PALAZZI ABBANDONATI O IN OGNI DOVE NEI PARCHI E CHI PIU' NE HA PIU' NE METTA,
SICURAMETNE RENDE MOLTO PIU' FACILE AVERE BASI E SUPPORTO PER INFILTRARSI, NASCONDERSI, APPROVVIGIONARSI E NON ESSERE NOTATI MENTRE SI ORGANIZZANO ATTENTATI O CRIMINI.

IO DA SUBITO HO INDICATO COME GRAVISSIMO ERRORE
IL NON FERMARE IMMEDIATAMENTE L'IMMIGRAZIONE IN ITALIA, SPECIE QUELLA SREGOLATA.

SE PUO' ESSERE COMPRENSIBILE CHE IGNORANTI O MANIPOLATI O MENTI DEBOLI POSSANO NON AVER CAPITO LA MANOVRA DI GUERRA MACROBIOLOGICA LANCIATA DAGLI INVASORI,
NON E' ASSOLUTAMENTE COMPRENSIBILE CHE CIO' SIA STATO CONSENTITO DA CHI HA AVUTO E DA CHI HA IL POTERE SULLE FORZE ARMATE DAL 1991 AD OGGI.
DA CHI OLTRETUTTO HA POTUTO AVVALERSI DEI PIU' GRANDI ESPERTI DI STRATEGIA GLOBALE.
PERTANTO CHI HA CONSENTITO L'INVASIONE,
PER ME HA COMMESSOIL CRIMINE DI ALTO TRADIMENTO
ED I VERTICI DELLE FORZE ARMATE CHE SUPINAMENTE HANNO ACCONSENTITO A MAL IMPIEGARE LO STRUMENTO
NON DIFENDENDO L'INVIOLABILITA' DEI CONFINI NAZIONALI
ANZI FAVOREGGIANDO GLI INGRESSI,
SI SONO RESI COMPLICI.

NON STUPITEVI DUNQUE SE ORA ACCADONIO QUESTE COSE,
NON E' STATO FATTO NULLA PER PREVENIRE CHE L'ITALIA REGREDISSE IMPORTANDO IL MALESSERE E L'INCIVILTA' ESTERNA.

SIAMO PIENI, ORMAI E' TROPPO TARDI, NESSUNO POTRA'
RISTABILIRE ORDINE E SICUREZZA IN ITALIA.
SE RILEGGETE TUTTI I MIEI POST, DA ANNI SPIEGO CHE SAREBBE STATO NECESSARIO PRESERVARE INTEGRITA' ED IDENTITA' ITALIANA.

ARDITO