17 giu 2012, 14.16link html
18 giu 2012, 00.38link html
 Chiudi
Apri tutti i messaggi18 giu 2012, 13.45link html
18 giu 2012, 13.54link html
18 giu 2012, 14.28link html
- Scritto da: 8080
> - Scritto da: krane
> > - Scritto da: 8080
> > > Non so come si faccia a difendere gente
> > > del genere:
> http://www.corriere.it/cronache/12_giugno_17/il-gi

> > > Quasi tutti i treni nuovi in lombardia
> > > sonostati incisi sui vetri in modo simile
> > > a quello delle vetrine del centro.
> > > Basta qualche pirla per creare danni da
> > > diversi milioni. Ovviamente ora ci terremo
> > > quei vetri sui treni per 20 anni.
> > > E poi questi poveri writer se li prendono
> > > al massimo gli danno una carezza.
> > > In Cina c'è la pena di morte per queste cose.

> > Sempre che sia un pirla, invece ho letto che a
> > torino:

> http://www3.lastampa.it/torino/sezioni/cronaca/art

> > Qui il confine e' tra pirla e mafia.

> Anche qui a Milano e a Parigi ne danneggiano
> molte. Però non credo che i comuni si mettano a
> pagare il pizzo per le bici, al massimo tolgono
> le bici. Quale sarebbe il fine mafioso dietro
> quei gesti?

Il buon vecchio discorso della "protezione" secondo te e' passato di moda ? Secondo me no.
Questa di torino mi sembra un'azione organizzata.

> Quelli che fanno graffi sui treni col punteruolo
> sono delle crew, le firme che fanno sono sempre
> le stesse. A volte sono ragazzi stranieri che si
> fanno tutte le stazioni d'europa. L'anno scorso
> mi pare ne avessero beccato uno e la polizia era
> andata a prenderli in albergo.

Si quelli puo' essere, anche perche' sembrano eventi randomici, quando c'e' il grande numero in pochissimo tempo suona organizzato e la cosa cambia.
krane
22.544