Prima di tutto buonasera a tutti.
Sono un neo iscritto al sito, ci sono capitato per puro caso, cercando una guida su android e devo dire, è un portale a tutto tondo che merita uno studio ben approfondito.
Ho visto che c'è anche un forum e da bravo grafomane non potevo non presentarmi.
Sono un appassionato di tecnologie (guarda un pò!!) e, nello specifico, mi diletto a "giocare" con la programmazione e i sistemi operativi.
Nel passato, e tuttora, sono stato, e sono, "un amighista", cioè un appassionato di Amiga. Sicuramente molti di voi la conosceranno, qualcun altro no, è quella piattaforma che a metà degli anni 80 rivoluzionò il concetto di personal computer con l'introduzione di quella che in seguito si sarebbe chiamata "multimedialità".
Oggi Amiga (che all'epoca era un computer prodotto e commercializzato da commodore) continua a vivere grazie a una piccola comunità di appassionati e alle incarnazioni software che sono sopravvissuti al crac di mamma commodore: Amiga Os, Morphos, Aros e Haiku (quest'ultimo forse più alla lontana ma non meno interessante per un amighista).
Personalmente uso su base quotidiana i primi 3 che sono, come gli originali prodotti da commodore veloci e intuitivi. I primi due però hanno la "limitazione" di girare solo su hw powerpc, mentre il terzo, essendo assimilabile a una reimplementazione opensource di amigaos 3.x, è disponibile per un certo numero di piattaforme, non ultima i nostri amati pc. Totalmente gratuito, chi lo volesse provare, è scaricabile dal sito ufficiale (www.aros.org).
Perchè l'utente X dovrebbe voler provare un sistema derivato da Amiga che è una tecnologia risalente agli anni 80? Per un pò di ragioni, non ultima la discontinuità con un panorama molto omogeneo mainstream e, contemporaneamente, per approfondire le proprie conoscenze su un sistema a microkernel atipico, con tutte le implicazioni del caso, che è veloce come pochi e che necessita di "progredire". E'un sistema dove, un nerd o un geek possono trovare pane per i loro denti.
Esiste una comunità italiana, i cui esponenti sono molto attivi nello sviluppo e manutenzione dello stesso (uno su tutti Paolo Besser che mantiene una sua distribuzione a nome Icaros Desktop di cui si è parlato anche qui sul sito). Il mio invito è per tutti quelli che semplici utenti volessero provare qualcosa di diverso rispetto a Windows o a tutti i simil unix (linux, bsd, osx) che dominano il mercato. E, perchè no, a quei programmatori (armati di gcc e di editor di testo o, per chi volesse, di strumenti crosscompile), grafici e artisti che volessero intraprendere una nuova strada e nuove sfide. Anche per chi ci vuole "guadagnare", benchè si parli di un sistema aperto, c'è possibilità grazie ai bounties (dei premi basati su donazioni degli utenti) di guadagnare qualcosa realizzando parti di software. Quindi può essere un hobby redditizio. Per chi vuole confrontarsi su questo os (prossimamente portato su raspberry pi) e con questo os sono a disposizione.
Raffaele.
01 nov 2012, 00.37link html
05 nov 2012, 23.04link html
01 nov 2012, 19.56link html
05 nov 2012, 23.07link html