12 apr 2013, 09.00link html
12 apr 2013, 16.00link html
12 apr 2013, 16.26link html
12 apr 2013, 17.14link html
13 apr 2013, 10.20link html
13 apr 2013, 15.26link html
14 apr 2013, 11.17link html
12 apr 2013, 19.22link html
12 apr 2013, 23.27link html
13 apr 2013, 09.52link html
13 apr 2013, 10.07link html
14 apr 2013, 11.24link html
14 apr 2013, 13.21link html
Ti giro la risposta di Tre a un'e-mail che secondo me conferma che è come dico io: loro passano le informazioni ai gestori dei siti. Non ho più dubbi.

"...Questi servizi sono servizi in abbonamento ricorsivo che offrono al cliente contenuti a pagamento di diverse tipologie, come ad esempio: news, meteo, sfondi, suonerie, canzoni, giochi, etc. Il servizio pu\u00F2 essere attivato anche direttamente dal sito internet del fornitore, e lei probabilmente e entrato , anche per errore su questi siti ed ha attivato il servizio. Il cliente riceve un sms di conferma avvenuta attivazione del servizio, contenente anche le modalità per la disattivazione. Quindi sono collegamenti esterni che non dipendono dalla 3. La invitiamo di stare attento durante la navigazione ed ogni volta che riscontra dei sms oppure dei addebiti di questo tipo ci ricontatta direttamente. La ringraziamo!"

Naturalmente la risposta è da furbetti perché se tu prendi una provvigione sei corresponsabile di ciò che fanno quei siti esterni.

Rimane un'ultima domanda, inquietante:

Se il mio amico navigava sul sito A come è stato possibile capitare sul sito B (a pagamento) che fino ad allora gli era sconosciuto? Risposta legale: il gestore del sito B paga A per inserire, ogniqualvolta riconosce un IP associabile a Tre, uno script che apre una scheda di B. Risposta illegale, ma tecnicamente fattibile: il gestore telefonico profila i gusti del cliente e inserisce lo script direttamente nelle pagine che intermedia. Sarebbe quasi certamente un reato.

(Non è stata aperta nessuna pagina di simil-gestore se è questo che intendi.)

(straovvio che il mio amico si sia disiscritto dall'abbonamento)

P.S.: Il mio amico non vuole far causa. Vorrebbe far scoppiare un casino.
sComodo
10