Non c'è che dire, Obanana è forse uno dei peggiori presidenti mai esistiti negli USA. Ti fa quasi ringraziare di essere italiano e di aver avuto Berlusconi per 15 anni di fila (o di più? ho perso il conto)... almeno lui si faceva i suoi interessi e i danni che ha fatto sono minimi al confronto.

La cosa triste è che puoi solo paragonarlo a quell'altro suo compagno di merende: Bush Jr. che almeno, si vedeva, era un mezzo ritardato stile leghista medio, un pupazzetto messo lì ad agitare la bocca e muovere le braccia mentre questo negretto questa persona diversamente bianca, a prima vista, sembrava pure una personcina dotata di intelletto e di un certo background culturale apprezzabile.

Purtroppo pare invece che sia anche peggiore del suo predecessore.
D'altra parte, soprattutto in USA, puoi votare solo o zuppa o pan bagnato. Entrambe le casistiche in realtà rappresentano la stessa classe sociale: i ricchi.

Ma vabbé... tornando a Obanana e la legge...
interessante come Obanana piagnucoli alla Russia che "non rispettano la legge internazionale" quando la Russia, giustamente e in pieno accordo con la legge internazionale, non vuole consegnare quello che è, a tutti gli effetti e senza ombra di dubbio, un rifugiato politico (Snowden), ma lo stesso Obanana non ci veda nulla di male a minacciare la Siria beffandosi delle decisioni dell'ONU, e dunque, della sopracitata legge internazionale.

Pare infatti che per Obanana la "legge internazionale" sia la legge che gli Stati Uniti vogliono imporre a tutte le altre nazioni. Pare anche che per lui sia del tutto normale ed accettabile per gli USA spiare i proprio _ALLEATI_, e pare proprio che alcuni alleati, Italia in primis, non abbiano proprio nulla in contrario a questo, oppure ne parlerebbero, invece sembra che questo problema nell'agenda dei nostri politici non sia nemmeno segnata a matita.

Sia chiaro, non che non ritenga che la Siria vada presa a calci in culo e che Russia e Cina siano i soliti due bastian-contrari disposti a sostenere una esplicita dittatura pur di fare un dispetto agli USA, ma mi stanno sulle OO i politici doppiopesisti, falsi, paperon-de-paperoni e con la stessa cognizione di "diritti dell'individuo" e di "legge internazionale" di una capra di montagna.