08 nov 2013, 02.19link html
09 nov 2013, 03.21link html
09 nov 2013, 14.26link html
09 nov 2013, 14.39link html
09 nov 2013, 22.31link html
09 nov 2013, 23.30link html
11 nov 2013, 02.19link html
11 nov 2013, 13.28link html
11 nov 2013, 22.04link html
11 nov 2013, 22.34link html
11 nov 2013, 22.53link html
12 nov 2013, 14.56link html
- Scritto da: basement cat
> > > > Chiaramente il sistema non è pensato per
> usare
> > > il
> > > > wallet come metodo di pagamento. Tu non
> darai
> > > mai
> > > > a nessuno il TUO wallet, ti limiterai ad
> > inviare
> > > > bitcoin dal TUO wallet ad UN ALTRO
> > > > wallet.
> > > >
> > > > Cmq ripeto, le mie sono speculazioni, non mi
> > > sono
> > > > informato in proposito e sono troppo pigro
> per
> > > > informarmi, il ragionamento di cui sopra è
> > > > semplicemente opera della mia
> > > > fantasia.
> > >
> > > Penso che funzioni più o meno così. Però trovo
> > > interessante *proprio* il trasferimento dei
> > > wallet, questo sì che non è
> > > tracciabile.
> >
> > Cmq volendo c'è questo http://zerocoin.org/
>
> "proposed extension"
> "alpha version"
>
> ... attenderemo.
>
> Per il momento i bitcoin sembrano aver raggiunto
> una massa critica di utenti oltre la quale è
> difficile neutralizzarli. Pagare trasferendo i
> wallet sarebbe una cosa basata sulla fiducia,
> come i pagamenti anticipati su eBay: cedo al
> venditore un wallet e questi ha tutto il tempo di
> cambiarne la password (se si può e se serve) o
> trasferirne il contenuto su un altro wallet, poi
> invia la merce. Però non c'è alcuna protezione
> per il
> compratore.
>
> Mi chiedo: se cambio la password al wallet,
> ammesso che si possa, il sistema cioè il registro
> generale delle transazioni è in grado di
> accorgersene? Chissà se c'è un forum di
> specialisti a disposizione di niubbi a cui
> chiedere cose come
> queste.

Il wallet è un file locale (wallet.dat). Proteggerlo da password significa crittarne la chiave pubblica che contiene, impedendo quindi la possibilità di creare nuove transazioni -con quel wallet-. Tuttavia, ovviamente, se ho una copia del medesimo wallet non cifrata, la sua chiave privata è a mia disposizione e posso farci quello che voglio, anche creare nuove transazioni.

Quindi anche se il destinatario cambiasse la password al wallet.dat che gli hai spedito... tu, avendo una copia del wallet.dat che gli hai inviato, puoi sempre fare transazioni con quella stessa chiave privata. In altre parole anche se il tipo cambiasse la password tu potresti comunque usare il wallet per fare transazioni (che ovviamente andrebbero a scalare il saldo di entrambe).
11 nov 2013, 23.36link html