09 dic 2013, 17.34link html
sono stato dal mio ottenne, gli ho chiesto che giochino gli piacerebbe avere per Natale... mi ha detto il nome di un gioco per la Wii quindi penso che glie lo comprerò, adoro troppo vederlo felice e contento.

Sono anni oramai ma devo ancora abituarmi all'idea di essere chiamato "zio"... ogni volta che mi chiama così mi giro per vedere a chi sta parlando... in realtà preferirei mi chiamasse solo per nome... se mai avrò un figlio vorrei mi chiamasse per nome, da pari a pari... cmq lui è un coccolone e quando sorride ci sarebbe da fargli un quadro.

Poverino, lo sgridano sempre perché corre e fa rumore... secondo me semplicemente non si ricordano quando, ai tempi loro, anche per loro le cose valeva la pena di farle di corsa e i rumori li divertivano (soprattutto quando gli adulti s'incazzavano).

Molti di loro fra l'altro li conosco da quando erano piccoli quindi so com'erano e non erano per nulla diversi. davvero triste vedere come si riducono le persone con l'andare avanti negli anni... e la cosa peggiore è che pensano di essere migliorati e non vedono l'ora che i loro bambini diventino uguali a loro: vecchi, appassiti, morti... dentro e fuori.

Alla fine i bambini sono fra i pochi che apprezzano ancora la vita per quello che è, tutti gli altri vogliono "di più" (e, tendenzialmente, lo vorranno fino alla fine dei loro giorni, senza mai ottenerlo).
-----------------------------------------------------------
Modificato dall' autore il 09 dicembre 2013 17.36
-----------------------------------------------------------
 Chiudi
Apri tutti i messaggi09 dic 2013, 17.41link html
09 dic 2013, 17.52link html
09 dic 2013, 18.36link html