Diritto d'autore, c'è chi vuole dare un senso al degradola redazione 
04 mar 2008, 00.00
 Chiudi
Apri tutti i messaggi04 mar 2008, 07.31permalink
04 mar 2008, 11.00permalink
04 mar 2008, 11.05permalink
04 mar 2008, 14.04permalink
04 mar 2008, 16.11permalink
04 mar 2008, 16.50permalink
04 mar 2008, 17.21permalink
05 mar 2008, 09.10permalink
05 mar 2008, 16.56permalink
04 mar 2008, 21.13permalink
05 mar 2008, 07.13permalink
04 mar 2008, 08.23permalink
04 mar 2008, 08.38permalink
04 mar 2008, 13.36permalink
04 mar 2008, 11.15permalink
04 mar 2008, 13.36permalink
06 mar 2008, 13.17permalink
06 mar 2008, 13.25permalink
06 mar 2008, 20.14permalink
07 mar 2008, 08.52permalink
07 mar 2008, 10.50permalink
07 mar 2008, 01.30permalink
07 mar 2008, 09.08permalink
04 mar 2008, 13.38permalink
04 mar 2008, 11.23permalink
04 mar 2008, 11.43permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi04 mar 2008, 09.41permalink
04 mar 2008, 13.39permalink
 Chiudi
Tutto gira intorno al diritto e alle responsabilità dell'autore, per le informazioni gratuite pubblicate, quando ci sono gli utili si è tutti presenti per dividere una torta che ha comprato l'autore, ecco questo, è il vero degrado.

La differenza che c'è tra una canzone, un film, ecc. pubblicato su internet, con la scoperta di una nuova formula di uno scienziato anch'essa pubblicata nei siti, è notevole, mentre il fine, è lo stesso, i mezzi fanno la differenza. La divulgazione pubblicitaria di un'opera o di una formula è lecita per informazione, il punto è che la legge tutela più gli organi preposti, rispetto gli autori. In definitiva non è più lecito che gli organi competenti fanno, per così dire, pubblicità alle opere invece di dividere solo gli utili, questo oltre a dare uno scopo alle organizzazioni, diventerebbe una garanzia per ogni autore.Un consiglio da leggere I sensi nei dissensi sessi.
Anonimo
M. VERDESI
 
 
 
04 mar 2008, 13.41permalink
04 mar 2008, 13.41permalink
 Chiudi
04 mar 2008, 15.51permalink
04 mar 2008, 23.37permalink
05 mar 2008, 00.53permalink
05 mar 2008, 11.41permalink