The Pirate Bay, superare lo scontro, favorire l'innovazionela redazione 
21 apr 2009, 00.00
 Chiudi
Apri tutti i messaggi21 apr 2009, 00.20permalink
21 apr 2009, 00.33permalink
21 apr 2009, 00.36permalink
21 apr 2009, 00.48permalink
21 apr 2009, 00.50permalink
21 apr 2009, 04.29permalink
21 apr 2009, 10.53permalink
21 apr 2009, 01.00permalink
21 apr 2009, 01.15permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi21 apr 2009, 01.22permalink
21 apr 2009, 12.18permalink
21 apr 2009, 01.50permalink
21 apr 2009, 02.21permalink
21 apr 2009, 02.26permalink
21 apr 2009, 11.36permalink
21 apr 2009, 15.24permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi21 apr 2009, 02.32permalink
21 apr 2009, 02.59permalink
21 apr 2009, 19.45permalink
21 apr 2009, 10.19permalink
21 apr 2009, 11.49permalink
21 apr 2009, 14.25permalink
21 apr 2009, 20.04permalink
 Chiudi
21 apr 2009, 10.57permalink
21 apr 2009, 11.54permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi21 apr 2009, 05.33permalink
21 apr 2009, 07.40permalink
21 apr 2009, 08.24permalink
21 apr 2009, 10.12permalink
21 apr 2009, 10.18permalink
21 apr 2009, 15.09permalink
21 apr 2009, 15.25permalink
21 apr 2009, 11.59permalink
21 apr 2009, 08.34permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi21 apr 2009, 08.43permalink
21 apr 2009, 09.23permalink
21 apr 2009, 12.00permalink
21 apr 2009, 09.33permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi21 apr 2009, 08.47permalink
21 apr 2009, 14.44permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi21 apr 2009, 09.07permalink
21 apr 2009, 11.00permalink
21 apr 2009, 11.20permalink
21 apr 2009, 12.18permalink
21 apr 2009, 14.48permalink
21 apr 2009, 16.17permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi21 apr 2009, 09.10permalink
21 apr 2009, 09.52permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi21 apr 2009, 09.24permalink
21 apr 2009, 09.51permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi21 apr 2009, 10.06permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi21 apr 2009, 10.16permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi21 apr 2009, 10.29permalink
21 apr 2009, 10.53permalink
22 apr 2009, 00.02permalink
21 apr 2009, 15.03permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi21 apr 2009, 10.31permalink
21 apr 2009, 11.31permalink
21 apr 2009, 12.31permalink
21 apr 2009, 17.21permalink
21 apr 2009, 14.34permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi21 apr 2009, 10.46permalink
21 apr 2009, 15.51permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi21 apr 2009, 10.47permalink
21 apr 2009, 11.30permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi21 apr 2009, 10.50permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi21 apr 2009, 10.52permalink
21 apr 2009, 11.01permalink
21 apr 2009, 14.53permalink
21 apr 2009, 12.00permalink
 Chiudi
21 apr 2009, 15.11permalink
21 apr 2009, 21.41permalink
21 apr 2009, 20.12permalink
21 apr 2009, 21.33permalink
21 apr 2009, 23.05permalink
21 apr 2009, 12.20permalink
21 apr 2009, 15.55permalink
21 apr 2009, 14.46permalink
21 apr 2009, 14.46permalink
21 apr 2009, 20.31permalink
22 apr 2009, 00.52permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi21 apr 2009, 14.57permalink
21 apr 2009, 19.55permalink
21 apr 2009, 15.01permalink
21 apr 2009, 16.47permalink
21 apr 2009, 17.02permalink
21 apr 2009, 20.56permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi21 apr 2009, 15.20permalink
21 apr 2009, 15.54permalink
21 apr 2009, 16.11permalink
21 apr 2009, 16.44permalink
21 apr 2009, 17.00permalink
21 apr 2009, 17.04permalink
21 apr 2009, 19.02permalink
21 apr 2009, 17.22permalink
21 apr 2009, 17.33permalink
22 apr 2009, 00.14permalink
 Chiudi
L'Articolo secondo l'ottica di un "Pirata",
Confutazione passo-passo della tesi del signor Mazza:
*---*
>Ritengo tuttavia che questa decisione dovrebbe far >riflettere tutti sulla necessità di superare una fase di >scontro totale basata su teorie anacronistiche come "fine >del copyright", "estinzione delle imprese che producono >contenuti" ed altre espressioni estreme

Innanzitutto definire come “espressione estrema” un processo effettivamente in atto è un mero atto di cecità autoimposta nato dalla necessità di difendere la propria posizione.
E questo lo potrei anche concedere, visto che ritengo sia giusto che l'industria musicale tenti, seppur a mio parere invano, di difendere se stessa da un effettiva immane perdita economica dovuta al “cambiamento” che tenta di “addomesticare” a proprio vantaggio.

>che non consentono lo sviluppo di un sereno dibattito >sull'evoluzione dell'e-content,

Non è la linea di pensiero del cosidetto “pirata” ad impedire il “dialogo”, ma la riprovevole negligenza posta in essere dall industria musicale, cinematografica ed editoriale nel prendere coscienza della propria effettiva decadenza, sia economica che sociale.

L'e-content non è mai stato vostra invenzione (vorrei ricordare), esso ha visto la luce grazie alla prima generazione di (non-ancora)Netizens che hanno contribuito a creare piattaforme, distribuire contenuti e creare standard che oggi sono alla base del libero scambio, della pirateria, ma anche delle vostre “nuove” (o meglio vecchie) tecniche di marketing riguardo al “contenuto”.
Quelli che voi chiamate “pirati” difatto, sono stati i primi cittadini della rete a pensare e mettere in atto quelle infrastrutture distributive che oggi sono alla base (come voi stessi dichiarate) del vostro marketing.
Dove eravate infatti quando nascevano le prime net-radio via shoutcast?
Dove eravate quando alcuni “pirati” rendevano disponibili a tutti e spesso a proprie spese, piattaforme per il download gratuito di contenuti come ripping di vinili in formato non compresso (cosa che voi avete annesso al vostro marketing solo da pochi anni e in gran parte grazie ad Apple, o a grandi commercianti privati che hanno cavalcato la possibilità di lanciarsi sul web)?
E dove eravate infine, quando quelle stesse persone si adoperavano per creare quei due standard che vi fanno tanto paura quali il “copyleft” e la tecnologia “.torrent” (ultima figlia di innumerevoli generazioni di tipologie di libero scambio di cui emule è solo l'ultimo antenato, in ordine cronologico.)??

Inutile dire che avete dormito nella vostra candida alcova, creata grazie alla stabilizzazione del mercato nato dall'esplosione della musica “popolare”, quella da milioni di copie, quel mercato un tempo virtuoso, creativo, bellissimo, ma che poi avete spremuto fino all' osso, portato al collasso creativo e produttivo, proprio verso la metà degli anni '90.
Prima ancora del Mass-Internet, esisteva quello che era definito il mondo musicale DIY, dove le Indie label l'hanno fatta da padrona, vi consiglio vivamente di imparare da loro su come fare del vero marketing senza discriminare la qualità.
Il mercato santo, puro per eccellenza, il mercato che “difatto” ha originato gli ideali che qualche anno dopo avrebbero mosso i cosidetti “pirati”, seppur inconsapevolmente.
E invece no, un bel giorno quando vi siete accorti del vuoto delle vostre casse, vi siete alzati dal vostro torpore, con voce grossa, senza neanche lontanamente pensare di “ascoltare”, (ed è una cosa grave, visto che pubblicizzate “musica”) quel grandissimo “boato” di fondo che in quel periodo scuoteva chiunque in vita sua avesse mai comperato un cd o un vinile.
Avete piegato e strumentalizzato la stessa moralità dei cittadini, per convincerli del fatto che un brano scaricato equivale a un cd non-venduto, avete dato del “criminale” a molte persone, avete esercitato la vostra pressione economica persino sul sistema legislativo, ottenendo nel tempo delle armi che vi fanno credere di essere capaci di debellare un cambiamento che in realtà è di molto più grande di Voi.

>per rivolgere lo sguardo agli scenari e alle evoluzioni >in atto,

L'evoluzione alla quale alludete, è già stata possa in essere, e da diversi anni.

>riflessione che per quanto riguarda l'industria musicale >è da tempo in primo piano.

Ovviamente! Le vostre perdite di cassa la hanno resa tale.

>Paradossalmente le teorie proposte dai visionari di >Pirate Bay sono arcaiche e superate dalla stessa >evoluzione della rete,

e in virtù di cosa affermate questo? Se posso sapere..
Che la teoria del libero scambio di contenuti come libera e gratuita distribuzione di intrattenimento e cultura (con relativi modelli economici) sia una teoria “vecchia”, questo è vero, ne sono infatti stati creati diversi modelli, tra gli anni '70 e '90.
Il movimento cyberpunk degli anni '90, ne faceva un modello addirittura filosofico/esistenziale. Essere ciò che si “impara” e diventare ciò che si riesce a distribuire al fine di evitare la “catastrofe”.
Catastrofe che (neanche a dirlo) se corrisposta nei tempi attuali vede la sua realizzazione nella “dottrina Sarkozì” o ad esempio negli orrori pensati da alcuni impreparati legiferandi italiani.

>nell'industria musicale si guarda con stupore >all'arretratezza dei ragionamenti ideologici proposti da >Pirate Bay e alla mancanza di una visione di sistema del >futuro della rete.

Al contrario nelle persone che distribuiscono liberamente si guarda con stupore all'arretratezza dei ragionamenti meramente economici proposti dall'Industria Musicale e da chi con lei, e grazie a lei, guadagna indiscriminatamente; adottando toni a dir poco diffamatori e repressivi verso coloro che si adoperano per impedire che la rete venga contaminata dagli ideali di strumentalizzazione della moralità in favore dell'Industria e da questa mentalità di marketing, ovviamente destinata molto presto a morire.
Anonimo
XYZ
 
 
 
21 apr 2009, 17.40permalink
21 apr 2009, 17.42permalink
21 apr 2009, 17.43permalink
21 apr 2009, 18.04permalink
21 apr 2009, 18.18permalink
21 apr 2009, 18.40permalink
21 apr 2009, 18.54permalink
21 apr 2009, 19.04permalink
22 apr 2009, 09.11permalink
22 apr 2009, 12.26permalink
22 apr 2009, 17.43permalink
24 apr 2009, 22.22permalink
21 apr 2009, 18.57permalink
22 apr 2009, 09.48permalink
21 apr 2009, 20.29permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi21 apr 2009, 22.54permalink