Italia-Programmi, interviene l'Antitrustla redazione 
19 lug 2011, 09.18
 Chiudi
Apri tutti i messaggi19 lug 2011, 12.28permalink
19 lug 2011, 14.40permalink
20 lug 2011, 00.06permalink
20 lug 2011, 10.00permalink
20 lug 2011, 12.25permalink
19 lug 2011, 14.43permalink
20 lug 2011, 12.27permalink
19 lug 2011, 19.31permalink
19 lug 2011, 21.43permalink
20 lug 2011, 02.26permalink
20 lug 2011, 09.38permalink
20 lug 2011, 09.55permalink
20 lug 2011, 12.14permalink
20 lug 2011, 12.20permalink
20 lug 2011, 09.46permalink
20 lug 2011, 10.19permalink
20 lug 2011, 10.29permalink
20 lug 2011, 11.11permalink
20 lug 2011, 11.27permalink
20 lug 2011, 12.28permalink
20 lug 2011, 12.39permalink
20 lug 2011, 12.56permalink
20 lug 2011, 13.06permalink
20 lug 2011, 13.12permalink
20 lug 2011, 13.16permalink
21 lug 2011, 11.52permalink
21 lug 2011, 12.15permalink
21 lug 2011, 17.50permalink
21 lug 2011, 18.05permalink
21 lug 2011, 18.10permalink
20 lug 2011, 14.51permalink
20 lug 2011, 15.56permalink
20 lug 2011, 00.19permalink
20 lug 2011, 09.51permalink
- Scritto da: umby
> > Quando educheremo le persone a diffidare
> comunque
> > di tutto quello che c'è su internet? in
> > particolare tutto quello che è "gratis"
> > ???
>
> Su questo punto, non sono daccordo. Esistono
> tante e tante cose gratis, legali e pulite. Non
> bisogna fare di un filo d'erba un
> fascio.

"Gratis" non è "libero", non confondere le cose.
Esistono tante cose gratis, ma hanno sempre almeno dei paletti che vanno rispettati. Poi esiste tutto il resto che è "gratis" per modo di dire, perché richiedono una contropartita, SEMPRE. Sotto forma di dati personali, di pubblicità, o altro. Tutte cose legali, ma con trabbocchetti più o meno espliciti.
L'attenzione deve essere ancora più alta quando si parla di internet, non perché sia in sé più insidiosa della vita reale, ma semplicemente perché non si ha la percezione di quello che accade a tutti i livelli.
Ho detto di diffidare, ed è una legge universale. Sono gran poche le cose che sono realmente "gratis et amore dei". Esistono. Ma sono poche.

> Bisogna educare le persone ad andare sui siti
> ufficiali piuttosto che scaricare da coloro che
> addirittura ti chiedono dati personali
> ...

Questo è un passo ben oltre, sarebbe sufficiente che la gente fosse educata a diffidare, ad usare il cervello e a sapere quello che sta facendo, in particolare quando si conclude un contratto.
Ma soprattutto usare il cervello, sempre, non solo su internet!
20 lug 2011, 12.04permalink
20 lug 2011, 12.22permalink
20 lug 2011, 12.40permalink
20 lug 2011, 13.15permalink
21 lug 2011, 18.04permalink
21 lug 2011, 18.13permalink
21 lug 2011, 18.20permalink
21 lug 2011, 18.24permalink
21 lug 2011, 18.33permalink
21 lug 2011, 18.35permalink
17 ott 2011, 12.42permalink
 Chiudi
20 lug 2011, 09.58permalink
13 feb 2012, 21.57permalink
22 mar 2012, 17.08permalink
23 mar 2012, 13.28permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi25 ago 2011, 20.55permalink
12 ott 2011, 09.24permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi25 set 2011, 03.34permalink
26 mar 2012, 19.57permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi03 ott 2011, 12.26permalink
04 ott 2011, 16.33permalink
28 ott 2011, 11.57permalink
18 nov 2011, 10.38permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi20 dic 2011, 10.51permalink
17 gen 2012, 12.09permalink
05 mar 2012, 23.36permalink
02 gen 2012, 12.27permalink