Il Kindle che si toccala redazione 
28 set 2011, 17.46
 Chiudi
Apri tutti i messaggi28 set 2011, 18.06permalink
28 set 2011, 18.26permalink
28 set 2011, 18.35permalink
28 set 2011, 20.16permalink
29 set 2011, 08.04permalink
29 set 2011, 08.13permalink
28 set 2011, 18.40permalink
28 set 2011, 18.44permalink
28 set 2011, 19.55permalink
29 set 2011, 11.36permalink
29 set 2011, 12.53permalink
28 set 2011, 18.54permalink
29 set 2011, 00.29permalink
28 set 2011, 23.10permalink
29 set 2011, 07.31permalink
29 set 2011, 13.33permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi28 set 2011, 18.51permalink
28 set 2011, 20.29permalink
29 set 2011, 09.23permalink
29 set 2011, 09.45permalink
29 set 2011, 10.36permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi28 set 2011, 20.32permalink
29 set 2011, 10.37permalink
29 set 2011, 10.48permalink
 Chiudi
Apri tutti i messaggi28 set 2011, 20.45permalink
28 set 2011, 21.46permalink
28 set 2011, 22.40permalink
- Scritto da: Mela avvelenata
> - Scritto da: Surak 2.0
> > ..nelle scuole si continua far spendere ai
> > genitori (e Stato) centinaia di euro per i
> libri cartacei.
> > Bisogna che gli "editori" (e filiera)
> capiscano
> > che gli conviene iniziare un'uscita dolce dal
> > mercato e non possono più vivere di
> > "pizzo".
> Beh, difficilmente gli editori farebbero dei
> libri di testo formato elettronico più
> convenienti della versione cartacea, e, del
> resto, vedo difficile l'introduzione di un ebook
> reader nelle scuole (quale reader scegliere?
> Perchè proprio quello? Perchè non un tablet? E
> mille altri quesiti...)
Chi ci è passato da poco tra i banchi o ha figli in età scolastica deve ammetterlo: molti studenti avrebbero talmente poca cura dei lettori che in capo a un paio di mesi, tra cadute, lattine versate, smarrimenti tra scuola e mezzi di trasporto, bullismo e furti, non ci sarebbe più funzionante che un terzo dei lettori! (statistica inventata da me senza basi scientifiche ma plausibile).
Per la scelta del lettore, chi se ne frega!
Si fissano alcuni requisiti HW minimali, si stabiliscono formati open per i libri e si impone la compatibilità aggiornabile via Wi-Fi scolastico.
Il prof. co***one sostiene che il testo (scelto dalla scuola che lo paga) non va bene? Scrive il testo AGGIUNTIVO come appunti digitali e lo mette a disposizione GRATIS, non a pagamento dall'editore amico.
Così ci togliamo dalle polle in un colpo solo i prof. che vivono di calamaio e quelli che vivono dei regali degli editori (e ce ne sono, anche se molti insegnanti sono persone ottime e oneste).
Resta il fatto che i libri NON sono il problema principale della scuola, ma qui andrei off-topic...
Anonimo
OldDog
 
 
 
28 set 2011, 23.10permalink
29 set 2011, 10.48permalink
29 set 2011, 14.53permalink
29 set 2011, 10.48permalink
29 set 2011, 14.44permalink
30 set 2011, 08.38permalink
28 set 2011, 23.02permalink
28 set 2011, 22.00permalink
28 set 2011, 23.14permalink
28 set 2011, 23.33permalink
28 set 2011, 23.34permalink
29 set 2011, 07.55permalink
29 set 2011, 18.42permalink
 Chiudi
29 set 2011, 13.12permalink
01 ott 2011, 10.57permalink
29 set 2011, 12.48permalink
29 set 2011, 19.04permalink
30 set 2011, 09.50permalink
30 set 2011, 17.28permalink
30 set 2011, 17.33permalink
30 set 2011, 17.29permalink
30 set 2011, 15.01permalink
30 set 2011, 17.19permalink
02 ott 2011, 19.22permalink
30 set 2011, 17.18permalink
29 set 2011, 18.59permalink