Phishing, la colpa non della bancala redazione 
30 apr 2012, 09.05
 Chiudi
Apri tutti i messaggi30 apr 2012, 10.35permalink
30 apr 2012, 11.10permalink
30 apr 2012, 11.16permalink
30 apr 2012, 11.20permalink
30 apr 2012, 17.18permalink
30 apr 2012, 17.26permalink
30 apr 2012, 17.45permalink
30 apr 2012, 18.09permalink
01 mag 2012, 20.46permalink
02 mag 2012, 11.04permalink
- Scritto da: uno qualsiasi
> Guarda che le banche ti informano sui rischi di
> un conto online e sulle precauzioni da seguire
> per evitare il phishing. Se poi l'utente non
> legge nemmeno le istruzioni, è un suo
> problema.
Come ti informano? Annegando tali informazioni in pagine e pagine di istruzioni per l'uso? Noi ci prendiamo la briga di leggerle e le capiamo, ma non è certo un mistero che la maggior parte delle persone anziane si trovino in gravi difficoltà con le "nuove" tecnologie, specie se per imparare ad usarle debbono ricorrere unicamente alla lettura delle istuzioni. Quanto poi al fatto che nella pagina di log in della banca da qualche parte fosse stata scritta l'avvertenza, te lo immagini quanto fosse utile all'anziano già impegnato nella "titanica impresa" di trovare la casella di inserimento, farci clic e di scrivere il codice corretto?


> Se la banca ti dice
Il punto è: come te lo dice? E soprattutto: a chi lo dice?

> "non ti chiederemo MAI di
> mandarci la tua password via mail, se qualcuno te
> lo chiede sappi che NON SIAMO NOI", e poi alla
> prima mail di phishing l'utente risponde subito,
> e si giustifica "ma credevo che eravate voi..."
> la banca cosa può farci?
Tenuto conto che le modalità di carpire fraudolentemente i dati di identificazione utente sono molteplici e che ogni operazione anomala viene (o può venir) segnalata all'operatore bancario, la banca non dimostra la sua buona fede se prima di dar corso ad un trasferimento di denaro PALESEMENTE anomalo (cribbio, un PENSIONATO tedesco che invia una cospicua somma in Grecia!) non fa almeno una semplicissima telefonata di conferma . Altrimenti è complice (per lo meno moralmente) dei truffatori.

> In quel caso è l'utente
> che è
> stupido.
Eh sì, certo, come tutte le VITTIME delle truffe. Il danno e le beffe.
Anonimo
voluisti birotam
 
 
 
02 mag 2012, 14.54permalink
02 mag 2012, 16.41permalink
02 mag 2012, 17.00permalink
02 mag 2012, 20.47permalink
02 mag 2012, 22.23permalink
02 mag 2012, 23.01permalink
03 mag 2012, 12.28permalink
03 mag 2012, 12.32permalink
03 mag 2012, 16.48permalink
03 mag 2012, 17.00permalink
03 mag 2012, 17.43permalink
03 mag 2012, 16.57permalink
03 mag 2012, 17.13permalink
03 mag 2012, 17.47permalink
03 mag 2012, 12.26permalink
03 mag 2012, 17.33permalink
30 apr 2012, 15.22permalink
30 apr 2012, 17.24permalink
01 mag 2012, 10.13permalink
02 mag 2012, 09.54permalink
30 apr 2012, 18.55permalink
30 apr 2012, 22.08permalink
01 mag 2012, 20.48permalink
02 mag 2012, 02.12permalink
02 mag 2012, 09.21permalink
02 mag 2012, 14.33permalink
02 mag 2012, 14.47permalink
02 mag 2012, 15.02permalink
02 mag 2012, 15.11permalink
02 mag 2012, 15.18permalink
02 mag 2012, 15.26permalink
02 mag 2012, 15.41permalink
02 mag 2012, 15.41permalink
02 mag 2012, 15.45permalink
02 mag 2012, 16.25permalink
02 mag 2012, 16.35permalink
02 mag 2012, 16.53permalink
02 mag 2012, 22.02permalink
01 mag 2012, 21.26permalink
01 mag 2012, 05.52permalink
01 mag 2012, 10.44permalink
01 mag 2012, 14.59permalink
01 mag 2012, 21.47permalink
02 mag 2012, 00.11permalink
02 mag 2012, 10.06permalink