CellBox Password Manager

Una password per ricordarle tutte. Le altre password. Per tenere in tasca, nel cellulare, la chiave della propria vita oltre il PIN

Sistema Operativo:Java
Lingua:Non in italiano
Prezzo:gratuito
Dimensione:78 KB
Click:778
Commenti:Leggi | Scrivi (1)
Feed:Xml
downloadScarica dal sito originale
Tra il PIN della banca e quello del cellulare, la password del conto online, i dati di login alla casella email, all'account eBay o chissà quale altro servizio, quotidianamente ci si scontra con richieste continue di numeri e lettere utilizzati per proteggere i propri dati sensibili, o la propria privacy. Così, se non si ha una memoria di ferro, si rischia di dimenticare qualcosa proprio quando meno lo si desidera.

CellBox Password Manager, applicazione per cellulari Java, aiuta chiunque voglia un ausilio per evitare brutte situazioni (dimenticare o sbagliare il PIN del bancomat potrebbe essere una di queste) grazie alla possibilità di poter salvare un numero infinito di password di tutti i tipi al suo interno, con una protezione che si avvale di un algoritmo a 320 bit chiamato Anubis.

Dopo la scelta della password, che verrà chiesta ad ogni accesso (attenzione, quindi, a non sceglierne una troppo difficile), Cellbox Password Manager mette a disposizione 4 modelli da compilare a seconda del tipo di dati da immettere: contatto (nome, telefono, e-mail, indirizzo), carta (numero carta, PIN, nome proprietario, tipologia ecc), login (riferimento al servizio, user e password) e nota. Ognuno di questi template permette, inoltre, di essere integrato con un commento.

Per alcuni telefoni, nello specifico quelli che supportano JSR-75 (come i Nokia S40), è inoltre presente la funzione Backup&Restore, utile per passare da un cellulare all'altro tutti i propri dati sensibili senza perdere troppo tempo nel farlo manualmente.

CellBox Password Manager è disponibile al download gratuitamente, motivo per cui merita sicuramente almeno una prova. (L.Saccomani)
1 Commenti alla Notizia CellBox Password Manager
Ordina
  • cito

    Dopo la scelta della password, che verrà chiesta ad ogni accesso (attenzione, quindi, a non sceglierne una troppo difficile)

    una unica password che protegge TUTTE le altre, non solo deve essere difficile, deve essere assolutamente impossibile ! non devi avercela MAI in testa, non ti deve essere possibile impararla a memoria, e non deve essere possibile per l'ingegneria sociale arrivarci in alcun modo, nessuno.
    Ergo, almeno 30 caratteri, completamente a caso, con numeri, simboli speciali e qualsiasi altra cosa. Questo, come MINIMO.
    non+autenticato